Zio Paperone e l’aiuto quantistico – Torna Topolino Comic&Science

Sul numero di Topolino magazine numero 3455, in edicola da mercoledì 9 febbraio, tornano dopo un po’ di tempo di assenza le storie Disney a sfondo scientifico.

Anche se in copertina dominano i sentimenti, all’interno troviamo oltre trenta pagine di divulgazione scientifica, sotto forma di fumetto ed editoriali.

In particolare, il ritorno della scienza sulle pagine della rivista è legato alla collaborazione con due chief editor della rivista Nature: Andrea Taroni per Nature Physics, e Giulia Pacchioni per Nature Reviews Materials.

Nell’intervista a pagina 94 parlano proprio di come fra le due redazioni di Nature e di Topolino ci sia stato «uno scambio molto interessante di idee e proposte», una dichiarazione che fa presagire un proficuo proseguimento del percorso.

La storia Zio Paperone e l’aiuto quantistico è scritta da Marco Bosco e disegnata da Giampaolo Soldati, due autori di lungo corso disneyano. In particolare l’autore dei testi, anche lui intervistato, ha raccontato di come «il Topo insegna non solo ai lettori, ma anche a chi lo fa».

La storia ci parla di Zio Paperone che, oberato dal lavoro, anche per la rapidità con cui si muove il mondo odierno degli affari, cerca un aiuto tecnologico. E non potendo contare sulle idee di Archimede, si affida finalmente alle sue industrie informatiche d’avanguardia.

La risposta sembra essere in un computer quantistico, e così la P.d.P. Computing metterà a punto un sistema per elaborare le informazioni, in modo che Paperone possa occuparsi solo della parte relazionale degli affari (beh, lasciamogli almeno quella).

Solo alla fine Paperone si renderà conto che l’economia fatta dalle macchine, come in realtà avviene sempre più spesso oggi, lo tiene lontano da quello che ama fare. Computer sempre più potenti e programmi di simulazione e previsione sempre più efficaci hanno infatti trasformato anche quel mondo. Trasformando, come dice lui stesso, «un fallimento un successo». Che poi in fondo fallimento non è stato, se ha portato al funzionamento e all’applicazione reale di un computer quantistico, ma comunque…

L’insegnamento di questo numero di Topolino Comic&Science (attenzione alla “s” mancante rispetto al progetto del CNR) riguarda la scienza che c’è dietro a questi computer, ovvero la meccanica quantistica.

Ovviamente il fumetto non può entrare nei dettagli, ma fa incuriosire e far capire almeno a grandi linee di cosa si occupa quest’ambito di ricerca matematica, questo sì. E Malachia si trova a fare la parte del gatto di Schrödinger, giustamente preoccupato della probabilità (non nulla) di finire male.


AA.VV.
Topolino, volume 3455: Topolino Comic&Science – Zio Paperone e l’aiuto quantistico
Panini Comics
Pagg. 68-99, colori, brossura, €3.00

Andrea Cittadini Bellini

Scienziato mancato, appassionato divoratore di fumetti, collezionista di fatto, provo a capirci qualcosa di matematica, di scienza e della Nona Arte...

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi