Dimensione Arcobaleno: Superman – Son of Kal-El

Be proud of who you are! Per tutta l’estate Dimensione Fumetto arricchirà le sue proposte e si tingerà dei colori dell’arcobaleno… come? Nell’unico modo in cui sappiamo farlo, leggendo e proponendovi fumetti e fumettisti che affrontano tematiche LGBTQIA+: inclusione, rispetto, identità e amore. Buona lettura!


Superman, ovvero Kal-El sotto le mentite spoglie di Clark Kent, è partito per prendere parte a una battaglia su Mondoguerra e ha lasciato le chiavi della Terra e la sua protezione a suo figlio Jon.

La testata Superman: Son of Kal-El ha sostituito la serie principale di Superman: è arrivato il momento per Jonathan Kent d’indossare il mantello di suo padre e continuare la battaglia senza fine come simbolo di speranza per il suo pianeta d’origine nella sua serie in solitaria scritta da Tom Taylor (Nightwing, DCeased, Suicide Squad) e disegnata da John Timms (Young Justice, Harley Quinn).

Superman ha ricevuto un nuovo potere e può captare mentalmente le richieste di aiuto da tutta la Terra, sta facendo il possibile per poter rispondere a tutte, ma questo immenso lavoro lo sta sovraccaricando e nel finale del quinto numero la stanchezza prende il sopravvento sfinendo il supereroe che si addormenta sul divano dell’amico giornalista Jay Nakamura.

Al suo risveglio i due si confrontano, Jon si confida e la scena si conclude con un inaspettato bacio tra i due personaggi. Questo è “il bacio” che tanto ha fatto clamore nei mesi scorsi finendo su tutti i notiziari, la DC Comics è stata accusata di conformismo per aver piegato un personaggio iconico come Superman all’ideologia del cosiddetto “politically correct”.

Quello che però c’è da dire è ben diverso. Per la prima volta anche la comunità LGBTQIA+ si vede riconosciuta non in un personaggio secondario (non ce ne vogliano Apollo e Midnighter, storica coppia omosessuale di Wildstorm), ma in una delle figure più iconiche del panorama mondiale: proprio Superman.

Da sempre l’eroe kryptoniano ha rappresentato gli ideali di speranza, giustizia, verità e uguaglianza, e oggi quella S rossa diventa rainbow e la comunità LGBTQIA+ può vedersi rappresentata in Superman… e scusate se è poco.

Nota di merito ulteriore è il trattamento che Taylor ha riservato al duo Jon & Jay: non c’è stato nessun coming out, non ci sono stati segnali evidenti, i due si piacciono in modo naturale e con altrettanta naturalezza si sono baciati. La stessa semplicità con cui Damian Wayne, l’attuale Robin, si congratula con il suo migliore amico per l’amore che sta vivendo. I sentimenti sono dunque vissuti con genuinità, senza drammi familiari: un trattamento simile lo trovo esemplare, perché è la strada che dovrebbe sempre essere percorsa nella vita, ma sappiamo che purtroppo di strada ce n’è ancora molta da fare.


Tom Taylor, John Timms
Superman – Son of Kal-El
DC Comics – Panini Comics, 23 giugno 2022
48 pagg., colori, spillato, 17×26 cm, €5.00

Maurizio Vannicola

Il mio primo fumetto fu Dylan Dog, ma la rovina arrivò con I Cavalieri dello Zodiaco e la situazione declinò definitivamente con Sailor Moon. Il mio dolce preferito è la zuppa inglese... Ora lo sapete!

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi