Dimensione Orrore: Dylan Dog – Inferni di Tiziano Sclavi, Gustavo Trigo e Carlo Ambrosini

Halloween è alle porte e il terrore ci accompagnerà fino al 31 ottobre con Dimensione Orrore, la nostra personale rassegna di fumetti a tematica horror che vi farà morire… di paura.


Nel mese dell’orrore, quale lettura migliore di Dylan Dog, un classico italiano senza tempo? Questo volume Inferni raccoglie due storici racconti firmati da Tiziano Sclavi, La bellezza del demonio e Inferni (che dà anche il titolo al volume). Due storie in cui l’autore si trova pienamente a suo agio, in un sovrannaturale in bilico tra realtà e immaginazione, tra incubo e sogno.

Nella prima parte, illustrata da Gustavo Trigo con un tratto netto e graffiante, Larry Varedo è un killer esperto, cinico e freddo che perde la sua fermezza nel momento di dover assassinare Mala Behemoth, bella e irraggiungibile donna, quasi un fantasma o forse un demone? Dylan Dog arriverà fino all’inferno per far luce su un caso ormai chiuso dal 1945.

Nel secondo racconto ci immergiamo in un immaginario che verrà ripreso più volte nelle storie dell’indagatore dell’incubo: un inferno surreale, una chiara condanna nei confronti della civiltà moderna dove viene da chiedersi se sia più terrificante la morte o… la vita? Una storia visionaria dove il tratto di Carlo Ambrosini, ormai veterano della testata bonelliana, delinea con un segno pulito e disinvolto una storia che non parla solo di terrore, ma ci mostra come il confine fra la morte e l’amore sia sempre sottile e a tratti impalpabile.

Un libro che raccoglie due dei volumi più iconici della bibliografia dylaniata, arricchiti dai colori dello Studio Ram in un’edizione cartonata di pregio.


Tiziano Sclavi, Gustavo Trigo, Carlo Ambrosini, Studio Ram
Dylan Dog – Inferni
Sergio Bonelli Editore, 2019
208 pagg., colore, cartonato, €25.00
ISBN: 978-88-6961-706-5

Maurizio Vannicola

Il mio primo fumetto fu Dylan Dog, ma la rovina arrivò con I Cavalieri dello Zodiaco e la situazione declinò definitivamente con Sailor Moon. Il mio dolce preferito è la zuppa inglese... Ora lo sapete!

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi