La Rosa armata – Una storia di Resistenza e sorellanza

La Rosa armata è un romanzo a fumetti scritto da Costanza Durante e disegnato da Elisa Menini, edito da Minimum Fax nella collana Cosmica.

Ero molto curioso di leggere questo fumetto, lo ammetto, l’idea di vedere Elisa Menini alle prese con un racconto più classico, fuori dallo stile ukiyo-e a cui ci aveva abituati nei suoi precedenti lavori, mi destava non poca curiosità. Ve lo dico subito, senza tirarla per le lunghe, che non mi pare il caso di creare suspense: prova superata alla grande, se di prova possiamo parlare. In fondo Menini viene dall’illustrazione e la sua militanza nel fumetto è di recente scoperta, ma di grande successo. Era riuscita a creare un mondo nuovo, ibrido e magico allo stesso tempo, fondendo illustrazione, manga e xilografia ottocentesca del Sol Levante. Aveva, insomma, lasciato tutti sbalorditi in quella che è stata definita la trilogia giapponese edita da Oblomov (trovate la recensione di uno dei tre albi, Nippon Monogatari, qui).

In questo La Rosa armata, Menini vira verso il fumetto classico. La figura umana è anatomicamente verosimile e la descrizione del paesaggio piemontese accurato, una bella china netta crea ombre e contorni senza lasciare spazio alle sfumature. Queste sono forse novità nel modo di disegnare di Menini, che però a guardar bene sono il naturale sviluppo del suo stile giapponeseggiante. L’uso del colore, forte, aspro, tinte piatte e folgoranti, un grande gioco di contraccolpi tra colori primari: contrasti cromatici che sottolineano perfettamente ore del giorno e momenti della narrazione. Le fredde campagne tinte di viola e di azzurri, la violenza che esplode con il rosso e i momenti più intimi alle luci di un fuoco arancio. Davvero colpisce positivamente un uso tanto sapiente di una palette non banale, carica sì, quasi espressionista, che non diventa però mai leziosa o modaiola.

Se di mostri e creature fantastiche erano pieni i suoi libri precedenti, in questo romanzo non c’è posto per la fantasia, salvo forse in una piccola scena onirica con protagonista una volpe che sembra uscita da Nippon Folklore. L’unico mostro, il più difficile da sconfiggere, è l’uomo e la guerra di cui si fa artefice. Durante mette insieme i pezzi di una storia, la storia d’Italia, la Resistenza, concentrandosi sul punto di vista femminile. Rosa è poco più di una bambina quando viene separata dal padre e dal fratello partigiano, scapperà in mezzo ai boschi insieme alla sua amica Gisella che porta in grembo un figlio da proteggere a tutti i costi. Proprio in mezzo ai boschi, dove sennò, incontrano la Brigata delle streghe, donne sole e coraggiose che combattono il nemico, i fascisti, con tutti i mezzi che hanno a disposizione. Inizia per Rosa un viaggio durissimo verso la consapevolezza del suo ruolo nel mondo, della guerra e di quello che accade agli uomini quando ne sono coinvolti.

Rosa è un personaggio ben scritto, pulito, in grado di preservare la sua purezza, i suoi valori, pur dovendosi abbassare a gesti disumani. Una donna che ha paura, certo, ma che riesce a non rimanere impietrita di fronte a essa. Anzi la paura è il motore di tutto: la spinta verso la rivolta, verso la disperata ricerca della libertà. Concetto che ieri era più facile forse da capire, ma che rimane tutt’oggi valido. Una donna che impara a resistere, a non arrendersi.

Durante e Menini, attraverso Rosa e Gisella, raccontano le vite di queste donne coraggiose, lasciate ai margini della storia, anche di quella partigiana. Donne che hanno dato la vita per la patria e per la libertà. Mettono in chiaro quali sono i valori per cui combattere anche oggi, per le donne e per l’umanità tutta.

Abbiamo letto tanti autori che hanno parlato di resistenza: Fenoglio, Cassola, Morante, Meneghello, Pavese; come noi, di sicuro, li avranno letti Durante-Menini. Il loro fumetto si inserisce a pieno diritto in quella che potremmo chiamare letteratura della Resistenza, creando un nuovo e necessario spazio. Una piccola vicenda che in realtà è la nostra storia, fatta di episodi violenti e tragici, che hanno segnato e costruito, volenti o nolenti, l’Italia e l’Europa del Novecento.

Un libro importante, essenziale da leggere, per i ragazzi e per gli adulti di oggi e di domani.

Bella infine l’edizione di Minimum Fax, che si lancia nel mondo del fumetto con energia e competenza. Una brossura elegante, raffinata, a colori, di ottima qualità.


Costanza Durante, Elisa Menini
La Rosa armata
Minimum Fax, collana Cosmica, 2022
216 pagg., colore, brossura, €18.00
ISBN: 978-88-3389-356-3

Andrea Cozzoni

Andrea Cozzoni si mette gli occhiali da sole per avere più carisma e sintomatico mistero.

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi