Charlie Chaplin – Il funambolo: un regalo di Nicola Pesce Editore

Il volume Charlie Chaplin – Il funambolo è stato pubblicato da Nicola Pesce Editore nel 2019 e presentato in anteprima a Lucca Comics&Games di quell’anno, in occasione dei 130 anni dalla nascita della grande icona del cinema.

La casa editrice lo ha recentemente messo a disposizione gratuitamente in formato .pdf sulle pagine del suo sito.

Il lavoro di Emiliano Barletta e Alessandro Buffa è un volume di grandi dimensioni, realizzato con il supporto della Roy Export Sas e Bubble Incorporated, società che gestiscono il materiale e l’immagine di Chaplin.

In questo modo è stato possibile riprodurre nel fumetto foto e materiali originali, insieme a una ricca appendice. In coda al fumetto infatti ci sono foto dagli archivi ufficiali e una biografia, breve ma completa.

Nel fumetto, Chaplin si racconta nell’ultimo anno di vita. Inglese di nascita, si trasferì negli Stati Uniti d’America, peraltro viaggiando in nave con Stan Laurel, prima della Grande Guerra, e se ne allontanò dopo la seconda guerra mondiale, a causa del maccartismo.

La tecnica narrativa è abbastanza usuale, specie per le biografie. Il personaggio principale, con l’aiuto di una spalla, ripensa alla sua vita e la racconta con una serie di flashback, in particolare quando sente avvicinarsi la fine.

La struttura è verosimile: pochi mesi prima della sua morte, Chaplin, con l’aiuto della sua ultima moglie, Oona, ripercorre tutto il suo percorso umano, imprenditoriale, artistico e politico. L’ordine non è cronologico, e si concentra sul periodo in cui Charlie arriva al grande successo, con puntate sull’infanzia e sul periodo trascorso in Inghilterra alla fine del XIX secolo.

Emergono la capacità imprenditoriale e il carattere difficile, insieme all’indiscusso talento artistico, il tutto filtrato da una sorta di flusso di coscienza. Ci sembra di essere nel racconto fatto dalla voce di Chaplin, che collega in modo continuo i suoi sogni, i suoi ricordi e il momento presente, sulla veranda della casa di Corsier-sur-Vevey.

I ricordi saltellano tra Londra e Hollywood e i passaggi sono sottolineati da stacchi cinematografici. E non poteva essere altrimenti.

Fra presente e passato, si passa con una vignetta in negativo fra il Charlie anziano e il suo alter ego giovane. Invece, i passaggi fra momenti diversi della storia sono sottolineati dal cambio di colore dello sfondo della pagina, da bianco a nero, e l’effetto è lo stesso.

Interessante l’uso delle pagine con delle sezioni di pellicola, che fanno da intermezzo. Come in un documentario filmato, nel quale vengono inseriti degli spezzoni dei film. Questa scelta dà ancora di più la sensazione della sequenzialità, e del profondo legame tra cinema e fumetto.

In particolare di questo fumetto con il cinema di Chaplin.

Entrambi sono in bianco e nero. Chaplin non ha recitato in nessun film a colori, e ne ha diretto solo uno (recitandovi in realtà solo un cameo), con protagonista peraltro Sophia Loren: La contessa di Hong Kong. In entrambi si sente la presenza di Charlie. L’uomo, non solo il personaggio cinematografico.

Pur portando sullo schermo dei personaggi per far ridere, tra comiche e scene funamboliche, Chaplin è stato un uomo difficile. Forse più avanti dei suoi tempi. Per attraversare la storia del cinema per quasi tre quarti di secolo, è stato innovatore, mettendoci non solo l’arte, ma anche le sue capacità imprenditoriali.

Nei disegni di Buffa traspare efficacemente questa poliedricità. Solo nelle pagine ambientate nella veranda della casa svizzera l’atmosfera è quella di un fiume cheto in prossimità della foce.

Nel resto delle pagine, i disegni hanno sempre un senso di tensione latente. Per le sue posizioni, per il suo carattere, per le sue scelte.

Il tratto è lineare e pulito. Gli sfondi e le ombre per lo più acquerellati. Un po’ come nei film di Charlot, in cui i personaggi sono al centro, e se lo sfondo è un po’ sfocato, non importa poi troppo.


Emiliano Barletta, Alessandro Buffa
Charlie Chaplin – Il funambolo
Nicola Pesce Editore, Collana Nuvole in Tempesta
128 pgg. b/n, cartonato, 21×30 cm, €19.90
ISBN: 978-88-9481878-9

Andrea Cittadini Bellini

Scienziato mancato, appassionato divoratore di fumetti, collezionista di fatto, provo a capirci qualcosa di matematica, di scienza e della Nona Arte...

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi