Zardo, il sogno nel cassetto di Tiziano Sclavi

Zardo, una graphic novel grottesca a tinte noir, vede la luce da una sceneggiatura dimenticata (?) dallo stesso Tiziano Sclavi e sapientemente illustrata da Emiliano Mammucari. Sono queste le premesse del volume pubblicato dalla Sergio Bonelli Editore.

La storia inizia in un appartamento di Milano, Zardo è sotto la doccia, Francesca lo ha appena lasciato e se ne sta andando, ad attenderla in macchina il suo nuovo compagno e insieme si dirigono verso la loro nuova vita… ma no, se fosse così non sarebbe una storia degna di Sclavi.

Il protagonista, senza nome, spinto dai capricci della sua amata, che ha dimenticato una crema anticelullite, torna nell’appartamento di Zardo e qui lo trova senza vita con la gola tagliata. Gli eventi si susseguono frenetici e sovrappongono la figura del giovane malcapitato a quella di Zardo di cui presto prenderà il nome.

Una sceneggiatura schizzofrenica, a tratti surreale con trovate comico/grottesche che catturano il lettore verso un finale che di conclusivo ha ben poco: nei pensieri di Sclavi questo doveva essere solo il primo di tanti capitoli, forse la Bonelli deciderà di esaudire il suo desiderio?

Questo volume vede Mammucari davvero in forma, il suo tratto elegante e dettagliato e la palette desaturata e cianotica di Luca Saponti ben si sposano con la storia di Sclavi. Il tratto del papà di Orfani è talmente efficace che da supporto diventa protagonista del volume e catturano il lettore soprattutto nelle ampie vedute.

Il ricco redazionale posto in calce offrono la possibilità al lettore di poter leggere degli stralci della sceneggiatura. Davvero interessante notare la minuziosità di Sclavi, di quanto sia dettagliato nelle indicazioni e sbalorditivo il lavoro di Mammucari che riesce a interpretare alla perfezione, personalizzando alcuni passaggi e rendendo il tutto più efficace e funzionale.

In sostanza un volume davvero interessante anche per l’edizione con cui la Bonelli ce lo propone, magari riemergeranno altri copioni dimenticati da cui trarre il seguito di questa interessante storia


Tiziano Sclavi, Emiliano Mammucari
Zardo
Sergio Bonelli Editore, 2020
64 pagg., colore e b&n, 22×29,7 cm, €19.00
ISBN: 9788869614842

Maurizio Vannicola

Maurizio Vannicola

Il mio primo fumetto fu Dylan Dog, ma la rovina arrivò con I Cavalieri dello Zodiaco e la situazione declinò definitivamente con Sailor Moon. Il mio dolce preferito è la zuppa inglese... Ora lo sapete!

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi