Wonder Woman

Wonder Woman nominata ambasciatore onorario dell’ONU

Negli albi della DC Comics Wonder Woman, principessa di Themiscyra, ha spesso ricoperto il ruolo di ambasciatrice della sua terra alle Nazioni Unite ma presto questo ruolo le verrà assegnato realmente (nel nostro mondo) e verrà nominata  Ambasciatore Onorario delle Nazioni Unite per l’autoaffermazione delle donne e delle ragazze.Wonder-Woman-Earth-One-Vol.-1

Stando al comunicato dell’ONU il prossimo 21 Ottobre si terrà una cerimonia ufficiale al palazzo delle Nazioni Unite di New York.

La cerimonia sarà tenuta dal Segretario Generale Ban Ki-moon e vedrà presenti Diane Nelson, Presidente dellla DC Entertainment, assieme a qualche ospite a sorpresa (si ipotizzala presenza di Gal GadotLynda Carter).

L’evento servirà a dare il via a una campagna per il raggiungimento dell’eguaglianza di genere in occasione del 75° anniversario della nascita di Wonder Woman.

Il Dc Rebirth a luglio

Dopo l’appuntamento del mese scorso, torna la rubrica sulle nuove serie targate DC Rebirth.
Dopo un mese a che punto siamo?
Le trame per molte testate cominciano a dipanarsi e la scelta di avere diverse di queste a cadenza bisettimanale sembra stia pagando.
Il mese di giugno ha infatti portato i primi responsi per le vendite. Nella top ten troviamo ben sette serie DC, di cui una è Master Race (giunta al quinto numero) del sempreverde Frank Miller (coadiuvato da Azzarello), che pure con diversi ritardi macina vendite su vendite.
Oggi appunto vi parlerò delle mie impressioni sulle testate che tutti aspettiamo in Italia, dopo aver letto praticamente tutto quello che la DC ha pubblicato fino ad ora dal Rebirth.

ATTENZIONE, POSSIBILE PRESENZA DI PICCOLI SPOILER!

batman2Partiamo dal supereroe senza dubbio più amato e atteso: Batman.

Attualmente lo si trova in pianta stabile solo nella testata omonima, scritta da Tom King, disegnata da David Finch.
Le cose per lui non si mettono subito male però. Ci sono nuove figure cui potrebbe fare da maestro, e la stessa determinazione di sempre nel cercare di salvare la sua amata Gotham, anche a costo della vita.
Però, come è giusto che sia, questo stato di semi-pace termina ben presto, quando qualcuno di nostra conoscenza fa il suo ingresso in scena.
Di davvero interessante ci sono potenziali rapporti da instaurare con i suoi nuovi pupilli, molto lontani dalla classica figura di Robin, ma non per questo preparati ad affrontare il crimine.
I disegni sono di David Finch, non proprio il mio preferito, diciamolo pure, però il suo tratto è mitigato da Jordie Bellaire ai colori che rende il tutto più piacevole alla vista.
In definitiva: è una serie che desta curiosità. Si lascia leggere con piacere, anche se parte con calma. Per gli amanti del Cavaliere Oscuro, sarà comunque bello tornare ad atmosfere più classiche, anche se con una spruzzatina di supereroismo in più.

superman-3Scendendo nella classifica delle vendite USA di giugno, troviamo Superman.
Qui la premessa è d’obbligo: l’Azzurrone non viveva un buon momento editoriale, almeno fino all’avvento del Rebirth. Diversi autori si sono messi alla prova con Supes, uscendone “sconfitti”. Poi è toccato a Peter Tomasi.
Uno che si sente nominare sempre poco. Non di certo una star acclamata dai fan.
Eppure, utilizzando un’idea tutto sommato “vecchia” (quella della famiglia), sta tirando fuori delle trame e dei concetti che non possono lasciare indifferenti.
Clark si trova ad essere diviso tra i suoi doveri di salvatore dell’umanità e quelli (persino più pressanti) di genitore.
Del comparto grafico, inutile parlarne: Patrick Gleason è una garanzia, e anche Jimenez, che lo ha sostituito nel terzo numero, non lascia per nulla a desiderare, anzi.
Dopo soli tre numeri questa serie mi ha fatto re-innamorare del personaggio ed è la mia preferita, attualmente.
Un acquisto obbligato, insomma.

 

ww3Infine, al nono posto della Top ten nelle vendite di giugno troviamo Wonder Woman, scritta dal capace Greg Rucka.
Per questa testata tirare le somme è più difficile, perché i primi due numeri rappresentano, in pratica, due numeri uno.
Il primo parla di una Diana che vuole riprendere in mano le redini del proprio destino, come avevo accennato anche nel primo articolo riguardante il Rebirth.
La seconda, invece, rinarra (per l’ennesima volta) le origini dell’amazzone. In particolare, questo numero offre un interessante spaccato sulla vita di Steve Trevor. Esistenza che, dopo l’incontro con Diana sarà per forza di cose totalmente diversa.
Il terzo numero, uscito il 28 luglio, mostra la prosecuzione della prima storyline, con l’Amazzone che ha finalmente modo di parlare con la sua amica/nemica, prima che le cose irrimediabilmente precipitino.
Anche in questo caso, i disegni affidati a Liam Sharp e Nicola Scott sono di un ottimo livello e senza dubbio rendono più agevole digerire le parti già viste, ma necessarie per imbastire le trame.
In particolare, le parti disegnate da Sharp nella foresta rendono l’ambiente realmente vivo e profondo, facendo davvero immedesimare il lettore, anche con l’utilizzo di una gabbia fluida e perfettamente funzionale alla trama.
Il motivo per cui però Wonder Woman è salita nei giorni precedenti alla ribalta è stata la querelle tra Rucka e l’artista delle variant cover Frank Cho che, a detta dello scrittore, fornisce una rappresentazione stereotipata e sessista dell’eroina.
Alla fine, Cho ha fatto le valigie e andrà via dopo sole sei cover prodotte.
Il fatto che la dirigenza DC abbia preso implicitamente le parti di Rucka e non di Cho, restando a guardare quest’ultimo andare via, dovrebbe far riflettere su quanto il progetto è tenuto in considerazione, soprattutto in vista del film di prossima uscita.

Per concludere, la trinità DC in queste prime battute del rilancio è molto bene rappresentata e vale senza dubbio la pena dell’acquisto.

Per le altre serie in uscita, appuntamento al prossimo articolo, in cui faremo un viaggio nella Velocità e tra le Lanterne!

Stay tuned!

Anteprima Wonder Woman #1 (Rucka, Sharp)

Mercoledì 22 Giugno 2016, dopo l’introduzione dello speciale one-shot Rebirth, debutta il quindicinale dedicato a Wonder Woman firmato da Greg RuckaLiam Sharp.

Wonder-Woman 00
Comincia qui l’arco narrativo “THE LIES” che promette di rivelare molte verità fino ad oggi taciute sulla principessa amazzone.

Queste le prime tavole e la variant cover disegnata da Frank Cho:

Le prime pagine di Wonder Woman Rebirth #1

La DC Comics continua la sua campagna promozionale per i suoi titoli Rebirth e stavolta è il turno della Wonder Woman di Greg RuckaLiam Sharp.

Wonder Woman Rebirth 00

Wonder Woman: Rebirth #1
Testi: Greg Rucka
Disegni: Paolo Siqueira e Liam Sharp
Cover di Liam Sharp
Variant cover di Sanley “ARTGERM” Lau

Dopo aver subito una perdita inimmaginabile, Wonder Woman deve ricostruire la sua missione quale protettore e campione della Terra

One-shot – In vendita l’8 Giugno

Wonder Woman vede il ritorno in DC Comics di Greg Rucka, che si occuperà ovviamente delle storie. La testata sarà quindicinale e uscirà a Giugno, i numeri dispari saranno disegnati da Liam Sharp mentre Nicola Scott disegnerà i numeri pari dedicati alle storie “Year One”.

Liam Sharp ha anche postato sul suo account twitter le versioni in bianco e nero delle tavole

Frank Cho disegnerà le prossime copertine di Wonder Woman

Frank Cho ha da poco concluso il suo periodo contrattuale alla Marvel e la DC Comics non si è lasciata sfuggire l’occasione per ingaggiarlo.

Il discusso disegnatore disegnerà infatti le prossime 24 variant cover del prossimo ciclo di Wonder Woman di Greg Rucka, Liam Sharp e Nicola Scott.

Lo ha annunciato lo stesso autore sul suo profilo Facebook.

Wonder-Woman-Cho

 

Wonder Woman #1 variant cover, anticipazione parziale.

Sì, come potreste aver sentito sono il nuovo copertinista di Wonder Woman. Disegnerò le variant covers nella nuova serie di Wonder Woman Rebirth scritta da Greg Rucka e disegnata da Liam Sharp e Nicola Scott.

Non posso mostrarvi altro ma Nei Ruffino, il mio colorista, sta facendo un lavoro fantastico con i colori. DC Comics dovrebbe pubblicare le immagini a colori molto presto.

Qui alcuni degli sketch di Wonder Woman fatti da Cho in passato.

Sequel in vista per “Wonder Woman: Earth One”

In una recente intervista per Publishers Weekly Grant Morrison ha annunciato di essere al lavoro sul secondo capitolo di Wonder Woman: Earth One. Il primo volume è uscito negli Stati Uniti questo Aprile ed è di prossima pubblicazione in Italia per la RW. Morrison ha fatto sapere che si tratterà di una trilogia e anche Yanick Paquette ha confermato che lavorerà ai prossimi due volumi.

STK696757

Stando alle dichiarazioni dello scozzese nei prossimi volumi verrà dato più spazio alla figura della regina Ippolita, madre di Wonder Woman: “è il mio personaggio preferito” ha dichiarato.

Prima ancora di uscire il primo volume ha sollevato diverse critiche, provenienti soprattutto da una parte del mondo femminista statunitense, dovute alla scena della violenza sessuale di Ercole ai danni di Ippolita nelle prime pagine dell’albo.

Dawn of the Justice League Special TV: tutto sui prossimi film DC Comics

Stanotte negli USA, sul canale CW, la Warner Bros ha trasmesso un ampio special televisivo dedicato ai nascenti progetti cinematografici relativi ai supereroi DC Comics.

Dawn of the Justice League

In Dawn of the Justice League, oltre al trailer della Suicide Squad, si è parlato del prossimo film dedicato a Wonder Woman mandando in onda, per la prima volta, alcune clip tratte dallo stesso.

Durante il programma, condotto da Kevin Smith e Geoff Johns, ha anche mostrato le prime concept art dedicate al film su Flash con Ezra MIller

photo_21

è stato introdotto il film su Aquaman con Jason Momoa in uscita nel 2017

 

si è parlato di Cyborg il cui film è programmato per il 2020

un nuovo Spot TV per Batman vs Superman: Dawn of Justice

John ha inoltre confermato che il Corpo delle Lanterne Verdi comparirà nei film della Justice League. Non si parla di Hal Jordan, John Stewart o Kyle Rayner per cui è altamente probabile che il futuro film sarà incentrato sull’intero corpo più che su un singolo membro.

Green Lantern

 

 

 

 

DC Films Presents: Dawn of the Justice League

Durante l’ultima puntata di iZombie, la CW ha trasmesso un nuovo teaser trailer per la serie Legends of Tomorrow e un’altro intitolato DC Films Presents: Dawn of the Justice League nel quale si vedono delle scene inedite dei nuovi film Warner Bros dedicati a Batman vs Superman e a Suicide Squad

Si tratta di promo relativi a due speciali di mezz’ora ciascuno che andranno in onda dopo la prossima puntata di The Flash. Il primo sarà un “dietro le quinte” di Legends mentre il secondo si occuperà di Batman V Superman: Dawn of JusticeSuicide Squad e Wonder Woman.

Harley Quinn

Quando i supereroi invecchiano

Chi l’ha detto che i supereroi non possono invecchiare?

retireddcsuperheroes-161869

Batman, Superman, The Flash and Wonder Woman hanno più di 70 anni e continuano a sfrecciare nei cieli dell’universo DC Comics come se fossero ancora dei giovinastri. Ma c’è chi ha pensato di dar loro l’aspetto di rispettabili senior citizens. L’artista Eddie Liu ha infatti immaginato queste icone del fumetto una volta arrivati alla pensione.

Non è il primo a farlo e non sarà l’ultimo ma queste opere sono piuttosto interessanti.