Joshua Williamson

Justice League vs Suicide Squad: come cambierà il DC Universe?

Come già annunciato in precedenza, il prossimo Dicembre la DC Comics farà scontrare i suoi due team più popolari in un evento che promette di portare significativi cambiamenti all’interno del DC Universe: Justice League vs. Suicide Squad sarà una miniserie di sei numeri che vedrà opposti i più grandi eroi della DC contro il team di supercriminali capeggiato da Amanda Waller.

jl-vs-suicide-squad

Joshua Williamson, attuale scrittore di Flash, sceneggierà la miniserie disegnata da: Jason Fabok, Tony S. Daniel, Jesus Merino, Fernando Pasarin, Robson Rocha e Howard Porter. Ogni artista si occuperà di un albo della serie.

jl-vs-suicide-squad-1

“È un grosso impegno. Una sfida” ha dichiarato Williamson. “Cerco di divertirmi e di non smarrirmi al pensiero della pressione di questo evento gigantesco. Voglio solo fare un fumetto divertente, una sorta di blockbuster”

Lo scrittore ha spiegato che si tratterà di una storia di “redenzione e corruzione”, sarà un momento centrale del Rebirth. Succederà “qualcosa” con la Suicide Squad e la Justice League dovrà provare a fermare il team di Deadshot & Co.

jl-vs-suicide-squad-2

“Se tu scoprissi che il tuo criminale gira libero per il mondo con un tesserino governativo diresti ‘Non si può fare’. Questi sono criminali” continua Williamson. “Devi pensarla dalla prospettiva di Batman. C’è un momento nel primo numero in cui Aquaman dice (non sapendo che Black Manta è stato nella Suicide Squad) ‘ se scoprissi che Black Manta è là fuori facendo questo gli darei la caccia’. Succede qualcosa e loro [Batman e la Justice League] devono fermarla”

jl-vs-suicide-squad-3

L’evento avrà effetto sul resto del DC Universe ma non è chiaro, attualmente, quanto sarà importante. Williamson ha vagamente fatto intendere che alcuni personaggi saranno cambiati e che comunque non sarà la classica storia di bravi ragazzi che combattono i cattivi, “Non si tratta di salvare la gente da te; si tratta di salvare te da te stesso” ha dichiarato lo scrittore.

Justice League vs Suicide Squad

Il primo numero di Justice League vs Suicide Squad uscirà il 21 Dicembre.

Il quarto albo di GHOSTED

– Comunicato Stampa –

Disponibile il nuovo numero della serie targata Skybound e creata da Joshua Williamson

ghosted_edicola-004_cover-con-graficaGHOSTED – la serie targata Skybound creata da Joshua Williamson e pubblicata in Italia da saldaPress – è arrivata alla sua quarta uscita bimestrale (48 pagine, sempre a 3.30 euro) e sarà disponibile in edicola e in fumetteria a partire da venerdì 7 ottobre.

Si entra nel vivo del secondo story-arc della storia che ha per protagonista l’ambiguo e irresistibile Jackson T. Winters.

Dopo essere scampato al colpo di Villa Trask – il tentativo di rubare un fantasma si è rivelato molto complicato e ha lasciato sul campo diversi morti – e dopo aver tentato di vivere da latitante su una piccola isola privata in compagnia del suo amico Trick, Jackson T. Winters è di nuovo nei guai. Wenona Corvo Insanguinato – a capo della famiglia proprietaria del casinò che Winters ha tentato di derubare anni prima – vuole che lui vada a recuperare sua nipote Nina, rapita da ‘agenti del demonio’ che trafficano in ragazze vittime di possessione. Il viaggio in Messico sarà peggiore del previsto, anche per colpa – o grazie – al redivivo spirito di Anderson Lake.

In questo quarto albo delle serie targata Skybound, lo sceneggiatore Joshua Williamson (Birthright, Nailbiter) e il disegnatore Davide Gianfelice (Daredevil, Wolverine) confermano tutte le qualità di GHOSTED: azione, mistero e un pizzico di terrore.

Il quarto albo sarà disponibile in edicola, in fumetteria e nello shop online del sito saldapress.com a partire da venerdì 7 ottobre.

Justice League vs Suicide Squad a Dicembre

In questi giorni si sta tenendo a Baltimora un incontro dedicato ai rivenditori/gestori di negozi di fumetti poche ore fa la DC Comics ha annunciato una una miniserie di sei numeri intitolata: Justice League vs Suicide Squad

Justice League vs Suicide Squad

La serie sarà scritta da Joshua Williamson (The Flash) e disegnata da Jason Fabok (Justice League) sarà settimanale e avrà due uscite a Dicembre e quattro a Gennaio. Gli eventi della miniserie si ripercuoteranno su Suicide Squad #9 e #10 e su Justice League #12 e #13.

La storia sarà incentrata sulla decisione di Bruce Wayne di far chiudere la Task Force X, parallelamente a quanto annunciato nella scena post credit del film di Ayer dedicato alla Suicide Squad, e condurrà all’uscita della nuova serie della Justice League of America.

Il terzo albo di GHOSTED è in uscita!

– Comunicato Stampa –

Disponibile il nuovo numero della serie targata Skybound e creata da Joshua Williamson

Ghosted_03_edicola_piattaGHOSTED è la serie targata Skybound creata da Joshua Williamson e pubblicata in Italia da saldaPress. Ha per protagonista Jackson T. Winters, l’uomo a cui è stato affidato il compito di rubare un fantasma dal ricco collezionista Markus Schreken.

Venerdì 5 agosto esce in edicola il terzo numero bimestrale della serie (48 pagine, sempre a 3.30 euro), un albo che rappresenta un importante punto di svolta.

L’avventura di Jackson T. Winters entra nel vivo. Villa Trask è la scena del crimine ed è popolata di anime inquiete rimaste intrappolate in questa dimensione. Anime disposte a tutto, anche a scendere a patti col nemico.

In questo terzo capitolo, il finale del primo story arc si intreccerà con l’inizio del secondo, mostrando come per Jackson T. Winters, scampato un pericolo, se ne presenta subito un altro. Persino più inquietante del primo.

Così, mentre si conclude l’avventura di Villa Trask, lasciando nella vita di Winters una nuova scia di sangue, si apre un futuro apparentemente tranquillo. Ma solo apparentemente. I fantasmi del passato, infatti, non sono mai stati tanto reali. E tanto desiderosi di vendicarsi.

GHOSTED continua a dimostrarsi un riuscito intreccio di mistero, horror e azione, garantiti dalla maestria narrativa di Joshua Williamson (Birthright, Nailbiter), di Goran Sudzuka (Y: l’ultimo uomo, Wonder Woman) e, nel nuovo arco narrativo, di Davide Gianfelice (Daredevil, Wolverine).

Il terzo albo è disponibile in edicola a partire da venerdì 5 agosto. In fumetteria e nello shop online del sito saldapress.com a partire da venerdì 12 agosto.

NAILBITER: nuova vita ai serial killer

Comunicato Stampa

Venerdì 10 giugno esce per saldaPress il primo volume della nuova serie di Joshua Williamson e Mike Henderson

Nailbiter vol01Image Comics – la terza forza del fumetto made in USA – continua a lanciare sul mercato serie sorprendenti e capaci di attingere da tutte le sorgenti dell’immaginario contemporaneo.

SaldaPress, che da tempo pubblica svariate serie Image, porta in Italia a partire da venerdì 10 un nuovo titolo, destinato a lasciare a bocca aperta i lettori. S’intitola NAILBITER (pagg. 128, euro 14.90) e i due creatori – lo scrittore Joshua Williamson, autore anche di Ghosted e Birthright, e il disegnatore Mike Henderson – hanno scelto di rielaborare la figura del serial killer, mescolando con sapienza horror, azione e thriller.

Il primo volume della serie – intitolato SCORRERÀ IL SANGUE – è ambientato a Buckaroo, una cittadina dell’Oregon che ha dato i natali a ben sedici dei peggiori assassini seriali del pianeta. Il protagonista della storia, l’agente Nicholas Finch, ha il compito di salvare un suo caro amico. Per farlo, però, dovrà collaborare con lo sceriffo Crane e, soprattutto, con il famigerato Edward ‘Mangiaunghie’ Warren, l’ultimo dei cosiddetti ‘macellai di Buckaroo’.

NAILBITER è un mistery a metà tra Twin Peaks e Se7en, con tutte le carte in regole per diventare uno dei fumetti più sorprendenti del 2016.

Disponibile in libreria, in fumetteria e nello shop online del sito saldapress.com a partire da venerdì 10.

Le prime pagine del Flash di Carmine Di Giandomenico

Questa settimana esce negli USA The Flash: Rebirth #1 di Joshua WilliamsonCarmine Di Giandomenico. Albo che si prospetta cardinale nell’evoluzione del progetto Rebirth visto il ruolo prominente assegnato ai velocisti nell’ambito del precedente DC Universe Rebirth #1.

Flash 00

La copertina disegnata da Karl Kerschl

Nel frattempo noi ci godiamo le tavole di un Carmine Di Giandomenico in gran spolvero di cui potete ammirare un’anteprima qui sotto.


Colori di:
Ivan Plascencia
lettering di:
Steve Wands
Copertine di:
Karl Kerschl, Jason Pearson

BIRTHRIGHT, l’avventura continua

Comunicato Stampa

In uscita venerdì 27 il secondo volume della nuova serie fantasy targata Skybound

Birthright_vol02BIRTHRIGHT è una della serie più originali tra quelle pubblicate in questi anni da Skybound, l’etichetta editoriale di Robert Kirkman all’interno di Image Comics. Ed è una serie che rappresenta alla perfezione lo spirito che anima Image e Skybound: raccontare storie innovative, popolari e di qualità.

Lo conferma l’uscita di IL RICHIAMO DELL’AVVENTURA, il secondo volume di BIRTHRIGHT, disponibile a partire da venerdì 27 maggio. Il nuovo arco narrativo del fantasy – o urban-fantasy – scritto da Joshua Williamson e disegnato da Andrei Bressan prosegue nel racconto delle straordinarie avventure di Mickey Rhodes e della sua famiglia. Come sappiamo dal precedente volume, il piccolo Mikey era scomparso. Un anno più tardi, però, un guerriero che sembra uscito da un romanzo fantasy viene fermato dalla polizia. Porta con sé un vero e proprio arsenale e dice di avere un’importante missione da portare a termine: alcuni potenti stregoni di Terrenos, la terra magica da cui il poderoso guerriero sostiene di provenire, sono entrati nel nostro mondo e rischiano di soggiogarlo. E, soprattutto, sostiene di essere Mikey Rhodes e di aver trascorso l’ultimo anno a Terrenos per sconfiggere il terribile Dio-Re Lore, un’entità potentissima e malvagia.

Ha inizio così l’avventura di Mikey, di suo fratello Brennan e del padre Aaron, in una corsa contro il tempo per evitare che il mondo sprofondi nelle tenebre. Tenebre che sono più vicine di quanto non sembri. Forse perché Mikey non ha detto tutto e il Dio-Re Lore non è stato davvero sconfitto.Birthright-vol.-2-CARTONATO

BIRTHRIGHT è un racconto epico, in cui gli elementi tipici del genere si inseriscono nel contesto del mondo contemporaneo, dando vita a una narrazione sorprendente.

Anche il secondo volume è disponibile in versione brossurata (pagg. 112, euro 14.90) e cartonata (pagg. 120, euro 19.90), in libreria, fumetteria e nello shop del sito saldapress.com.

La storia di Mickey, della famiglia Rhodes e del viaggio tra la nostra dimensione e quella di Terrenos è un’odissea porta il lettore sulle ali dell’immaginazione.  E quando l’avventura finisce, inizia il viaggio dell’eroe.

Joshua Williamson firma un contratto in esclusiva con la DC Comics

Facendo seguito alla nuova politica contrattuale nata con Rebirth anche lo scrittore Joshua Williamson ha firmato un contratto in esclusiva con la DC Comics. Già autore di GhostedNailbiter (Image) e di Illuminati (Marvel), Williamson è stato recentemente annunciato come scrittore di Flash che sarà disegnato da Carmine Di Giandomenico.

frostbite
lo scrittore ha anche annunciato una sua nuova serie per l’etichetta Vertigo: Frostbite sarà una miniserie di sei numeri in uscita a Settembre con Jason Shawn Alexander alle matite

La nuova edizione di Ghosted sbarca in edicola

Comunicato Stampa

Venerdì 7 aprile esce in una nuova edizione il primo numero della serie Skybound creata da Joshua Williamson, pubblicata in Italia da saldaPress

 

Dopo il debutto della nuova edizione di Manifest Destiny, un altro titolo Skybound arriva in edicola e in fumetteria con cadenza bimestrale, nello stesso formato da 48 pagine.  Stiamo parlando di GHOSTED (pagg. 48 a colori, euro 3.30), la serie creata da Joshua Williamson – autore anche di Birthright e Nailbiter – che saldaPress ripropone nella nuova veste a partire da venerdì 7 aprile.

La serie – pubblicata negli USA dall’etichetta editoriale di Robert Kirkman all’interno di Image Comics – è la perfetta e irresistibile miscela tra atmosfere mystery e  quelle tipiche di una caper story alla Oceans’s Eleven. Ironia, elementi sovrannaturali, azione, personaggi indimenticabili e un protagonista che si ama e si odia con la stessa intensità.

Ghosted_01_cover

Jackson T. Winters è un ladro. Evade dal carcere grazie all’aiuto della bellissima Anderson Lake. Perché? Per un motivo molto semplice: lei lavora per un ricchissimo collezionista e finanziatore di rapine, che ha bisogno di Winters: deve assegnarli un incarico delicato e abbastanza inconsueto: rubare un fantasma.

Per riuscire nell’impresa, Jackson T. Winters ha bisogno di una banda composta da gente del settore, che sappia come muoversi nel campo dell’occulto. Serve solo una casa infestata, e l’avventura può avere inizio.

GHOSTED è la serie ideale per chi ama il mistero e l’intrattenimento di qualità, garantiti dalla maestria narrativa di Joshua Williamson e dall’eccezionale talento di Goran Sudzuka, conosciuto per il suo lavoro su Y: The Last Man, Hellblazer: Lady Constantine e Outlaw Nation.

Insomma, lo scanzonato e improbabile Jackson T. Winters ne vedrà delle belle, così come tutti gli altri protagonisti della storia e in particolare Anderson Lake. Nessuna vecchia casa sarà più la stessa.

Il primo albo di GHOSTED esce venerdì 7 aprile in edicola, in fumetteria e nello shop online del sito saldapress.com.

Per informazioni:

saldaPress

Via Leone Ginzburg –  42121 Reggio Emilia (RE)

Tel. 0522 1725863

E-mail: ufficiostampa@saldapress.com

Sito web: http://www.saldapress.com/

Recensione: Birthright

Da “Saldapress”, un fumetto di: Joshua Williamson, Andrei Bressan e Adriano Lucas 

Un ragazzino scompare nel parco mentre gioca a baseball col padre; dopo un anno di infruttuose ricerche, le autorità informano la sua famiglia, ormai al bordo dello sfascio, che un losco figuro, possente e formato guerriero come da più classico dei libri fantasy, si spaccia per lui.
Non ci sono dubbi! Si tratta proprio del desaparecido che, finito in un mondo parallelo e inverosimile, completamente fantastico e popolato di assolutamente tutto ciò che la nostra fantasia ha partorito sul tema, ha vissuto in uno spaziotempo più veloce ed è invecchiato prima.
Ora si spaccia per grande eroe e salvatore del regno fantastico dove ha vissuto, e ha da portare a termine la più scontata delle missioni: salvare anche questo, di mondo.
Assieme al fratello maggiore (ma ora divenuto “minore”) si mette all’opera, ma non tutto è così lineare come lui lo racconta, infatti non pare affatto che sia riuscito a sconfiggere il Dio che tiranneggiava le lande da cui è tornato. 

Birthright-2-insert1

  • V. Hai ragione, ma alla fine Star Wars è diventato la storia solo di Darth Vader… è una vicenda rabberciatissima, dai!
  • R. Tipico di quando un’opera sfugge alle mani del proprio autore e il cattivo ha più fascino dell’eroe biondino e un po’ tonto no?
  • V. Oggi però dovremmo parlare di Birthright, ricordi? Lo hai finito?
  • R. Divorato!
  • V. Idem!
  • R. Allora, giudizio in una parola: piaciuto o no?
  • V. Piaciuto!
  • R. Ehm, fino a poco fa ti avrei detto che non lo avevo ancora capito, ma mi ascrivo al giudizio positivo.
  • V. La storia non è ancora conclusa, ma è avvincente, ci ho passato la notte di Halloween e non ho smesso sino all’ultima pagina.
  • R. Sì, ma nonostante non sia giunta a conclusione, con gli ultimi numeri è molto più chiara la parabola dell’antieroe, che poi ne è il cardine. E non ho neppure notato lo iato di due anni tra la prima e la seconda parte, di cui parlano gli autori, tutto ha una maturità piena, sia nel disegno che nella narrazione.
  • V. Toglimi la curiosità: perché non eri del tutto convinto?
  • R. Si segue bene, si va avanti di gusto… ed ecco… forse anche troppo! È scritto in modo avvincente, ma molto paraculo. Comunque va riconosciuto che gli autori sono riusciti a delineare un mondo in pochissime pagine.
  • V. Sì, lo scritto è serrato e asciutto, ma per una volta devo dire che una delle cose che più mi ha colpito sono i disegni e i colori, specie quelle tavole con celesti luminosi… son ingenuo? Certo va detto che nulla del soggetto è del tutto “nuovo”… e se uno volesse fare critica facile potrebbe dire che c’è “un’accozzaglia” di creature e situazioni che attingono da tutto l’attingibile… e anche la narrazione su più piani e coi flashback è classicissima.

birthright-6-insert-1

  • R. …Ecco, per tornare al motivo della mia indecisione, non capivo se lasciarmi stregare dalle doti di narrazione o se essere più severo, visto il soggetto. I colori, come dici, vengono usati a pieno per distinguere ciò che viene dal mondo magico e fantastico, da quello che è del nostro. Il tutto è realizzato in maniera magistrale, va detto, da gente che, si vede, ha il pieno possesso del mezzo, un’ottima erudizione fantasy, tanto mestiere, sicurezza, padronanza. Non è da tutti!
  • V. Senza dubbio! Alla fine, ti dico, ho scelto di abbandonarmi; mi sono lasciato piacevolmente trasportare, e specie grazie alla presenza di un soggetto con cui mi sono potuto identificare bene; non ovviamente il guerriero e neanche il padre un po’ “vinto”, ma il fratello maggiore divenuto minore… Alla fine chi di noi non ha sognato un’avventura in cui si piomba all’improvviso, mostri spade… anche se non si saprebbe come adoperarle e ci si sentirebbe inetti.
  • R. Essendo un po’ meno naif, forse quello che mi ha convinto meno è la reazione delle autorità, un po’ troppo cialtronesche nella rappresentazione, la storia lì fa un po’ acqua, come pure molte altre del genere su questo aspetto, è difficile integrare il genere alla nostra realtà, con poliziotti, federali, elicotteri…
  • V. Terminator compreso…
  • R. Protocollare, ma necessaria e sufficientemente irritante, è anche la figura della madre scassa balle; sembra messa lì a posta a dire: “ecco le femmine ci impediscono sempre di andare all’avventura”…
  • V. Sì, sì come deve essere!
  • R. E 655b9-clip-305kbcome è! Conservatorismo biologico…
  • V. Sì, compagno sir! Non ne parliamo, sapete che sono un misogino! Dell’eroe invece?
  • R. La storia dell’eroe corrotto è proprio tipica del fantasy, ma più raramente è stata usata nel fumetto se non ricordo male…
  • V. Allora abbiamo detto tutto, non ci rimane che concludere…
  • R. …Con la nostra “tradizionale” rubrica della “Tavola Rimasta”…

 

  • V. Tradizionale da ora…
  • R. Tradizionale da ora… e a fumetto chiuso io scelgo quelle dei combattimenti con i maghi, sia il primo che il secondo.
  • V. Io il fendente orizzontale alla testa del goblin col sangue al posto della calotta e quella con gli intestini del mostro sciorinati a terra!
  • R. Alla prossima puntata!
  • V. Alla prossima! Sigaro?
  • R. Ovviamente!