L’Uomo di Bologna, ovvero Bonvi

Bonvi muore vent’anni fa, muore dieci anni fa, muore ieri, oggi e morirà ancora domani. Bonvi muore tutti i giorni, perché il tempo non può lenire il dolore di perdite tanto enormi per il fumetto italiano. Qui lo ricordiamo rileggendo “L’Uomo di Tsushima”, una delle sue opere migliori.

Leggi il seguito

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi