Bem il mostro umano

Due anime per Halloween

La notte di Halloween è perfetta per riunirsi con gli amici e guardare un po’ di anime pieni di spiriti, mostri e fantasmi. Se per caso state pensando di organizzare un Anime Horror Night qui troverete un paio di consigli da inserire nella programmazione della serata.

Mario consiglia xxxHOLiC

xxxholic

Benché non sia considerabile come un vero titolo horror, xxxHOLiC è un perfetto anime per Halloween. Tratto dal fumetto delle CLAMP, la storia racconta le avventure urbane della strana coppia formata da Watanuki, un ragazzo in grado di vedere gli youkai, e da Yuuko, una strega in possesso delle facoltà magiche per esaudire i desideri delle persone, dove i «desideri» sono intesi nell’accezione buddhista: la causa di tutti i mali. A dieci anni dalla conclusione del loro primo manga seinen Tokyo Babylon, dal 2003 le CLAMP sono tornate a raccontare in maniera spietata i temi eterni e universali della miseria morale, della brama di successo, del disprezzo per il prossimo, della menzogna: i veri mostri, che nella contemporaneità perdono le fattezze metaforiche dei mostriciattoli colorati delle stampe ukiyoe per assumere le forme realistiche degli oggetti della società del benessere, come computer, telefoni, gioielli costosi… tutti beni materiali. L’anime tratto da xxxHOLiC è stato realizzato dalla Production I.G a partire dal 2006 e si articola per ora in due serie tv, svariati OAV e un film cinematografico: nessuno di questi prodotti riesce a portare in animazione la straordinaria qualità grafica del fumetto, esagerando in maniera a volte eccessiva le raffinate scelte stilistiche delle CLAMP, ma la narrazione semplice ed elegante, la fedeltà all’opera originale, e una splendida colonna sonora (già a partire dalle sigle di Shikao Suga e dei BUCK-TICK) rendono questo titolo una perla nera.

Maurizio consiglia Bem il mostro umano

bem-il-mostro-umano2

Il mio consiglio, per una serena notte di Halloween all’insegna del sangue e del terrore è una serie a cui sono molto affezionato (nonostante me la sia davvero goduta solo grazie a una più recente riedizione) nata dalla fantasia di Saburo Sakai e Nobuhide Morikawa nel lontano 1968: parliamo di Bem il mostro umano (妖怪人間ベム Yōkai ningen Bemu), precursore degli anime giapponesi a tema horror.
Protagonisti della vicenda sono Bem, Bero e Bera, frutto di un non ben specificato esperimento genetico, i tre umanoidi nonostante il loro aspetto poco rassicurante sono invece pervasi da un forte senso di giustizia e il loro scopo unico è quello di proteggere i bisognosi dalle insidie del malvagio di turno.
L’opera, caratterizzata da animazioni a scatti e da un tratto spigoloso e deciso, ha atmosfere cupe e macabre, le vicende truculente al limite dello splatter sono maggiormente sottolineate anche grazie alla colonna sonora composta da brani jazz scritti ex novo dal maestro Masahiro Uno.
Forte di queste caratteristiche la serie mantiene intatte tutte le sue qualità ed è ben godibile ad anni di distanza dalla sua produzione, senza risentire minimamente del tempo passato, anzi ci si chiede come molti prodotti odierni non riescano ad avere la stessa forza espressiva.
La serie fu trasmessa in Italia nel 1982 da Rete 4, che apportò diverse censure, poi, nel 2006, venne trasmessa da MTV nella nuova edizione senza censure con nuovi doppiaggio e adattamento a opera della Dynamic Italia; ebbe anche una trasposizione cartacea a opera della Kodansha che ne pubblicò un volume unico nel 1968, tutt’ora inedito in Italia.
Nel 2006, in Giappone, è stato realizzato un remake, Humanoid Monster Bem (妖怪人間ベム) e pochi anni più tardi, nel 2011, una versione live action in dieci episodi dal titolo Yokai Ningen Bem.