Settimana Canicola Bambini – Io sono Mare: un nome e una realtà

Dimensione Fumetto in collaborazione con Canicola presenta la seconda Settimana Canicola Bambini: un vasto approfondimento sugli ideatori, gli autori e le opere della collana intitolata a Dino Buzzati che l’editore bolognese dedica ai suoi giovani lettori. Gli articoli della prima Settimana Canicola Bambini sono disponibili cliccando qui.

In questo primo articolo inizia il viaggio col Io sono Mare di Cristina Portolano, quarto volume della collana Dino Buzzati.


Cristina Portolano, come dice lei stessa nel suo sito, si occupa di fumetto e illustrazione, e con questo Io sono Mare porta avanti il progetto Dalla parte delle bambine dell’associazione culturale e casa editrice Canicola.

Un progetto per parlare di affettività e di inclusione, temi sui quali l’autrice aveva già realizzato Quasi signorina e Non so chi sei, che insieme a Io sono Mare formano una sorta di triologia.

Io sono Mare è una storia che parla di scoperta. Della scoperta del mondo e della scoperta di sé, a partire da un nome, che indica una enorme vastità, ma che non dice molto. Non parla di un genere definito, ma di un ambiente vario e non identificabile in modo univoco.

Così Mare aiuterà il suo pesce Franky a fuggire da una bolla che gli sta stretta per tornare al mare. E capirà qualcosa in più anche di sé stess*, scoprendo il proprio coraggio, la propria forza, e cercando la propria identità, che non sarà la propria specie, né il luogo di provenienza, né il proprio genere, ma sarà un percorso.

Un percorso che ben si collega anche al percorso che Dimensione Fumetto ha recentemente tracciato, con il mese intitolato Dimensione Arcobaleno e dedicato alle identià queer.

Io sono Mare urlo

E come in tutti i percorsi, la destinazione è spesso secondaria rispetto ai passi che si fanno, perché

bisogna perdersi per poi ritrovarsi.

E in fondo bisogna trasformarsi per scoprire chi si è. Come succede anche a Franky.

I disegni sono indirizzati anche ai bambini, ma possono essere letti anche in modo “adulto”. Diverse sono le pagine che richiamano anche la natura di illustratrice di Cristina Portolano.

Anche per passare dal sogno alla realtà.

Io sono mare: illustrazione dal sogno

Io sono Mare è una storia che ancora una volta ha come protagonista un pesce pagliaccio, un po’ Nemo, un po’ Ponyo. Antropomorfo (e poi anche ginomorfo) e in viaggio tra il mare, l’aria e la terraferma. Che vive in simbiosi con gli anemoni di mare e ha una condizione permanente di ermafroditismo, cosiddetta proterandrica, perché sviluppa prima le gonadi maschili.

Ecco perché deve trasformarsi per forza, ed è una metafora di quello che succede a tutti, spesso con l’aiuto di quelli da cui meno te lo aspetti.

Un racconto in un libriccino, ben scritto, ben disegnato, denso, da condividere, per figli e genitori.

Perché tutti noi, prima o poi, ci trasformiamo.


Cristina Portolano
Io sono Mare
Canicola, Collana Dino Buzzati, 2018
48 pagg., colore, 17×24 cm, €16.00
ISBN: 9788899524296

[ Io sono MareNuno salva la LunaDiana sottosopraVacanze in scatolaGli autori ]

Andrea Cittadini Bellini

Scienziato mancato, appassionato divoratore di fumetti, collezionista di fatto, provo a capirci qualcosa di matematica, di scienza e della Nona Arte...

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi