Rough Riders – Gli uomini straordinari di Glass

Insegnare divertendo. Questo è il presupposto col quale lo sceneggiatore Adam Glass e il disegnatore Patrick Olliffe hanno lavorato insieme alla realizzazione di Rough Riders (Rudi Incursori), la nuova serie AfterShock Comics pubblicata in Italia da SaldaPress il 26 Gennaio.

L’introduzione dell’opera è un’interessante rivelazione firmata da Glass in cui spiega come la sua ammirazione per Harry Houdini e Theodore Roosevelt, abbia contribuito ad appassionarlo fin da piccolo alla storia. Piccolo lettore di fumetti, Adam rimase meravigliato nel trovare, nel passato, super-eroi in carne e ossa.

Nel primo volume, intitolato Scatenate l’inferno, il lettore ha un quadro generale dell’intera opera, una fantastoria distopica in stile steampunk. 

La storia di Rough Riders prende infatti ispirazione dall’omonima brigata realmente esistita.

Nel 1898, il 1st United States Volunteer Cavalry, uno dei tre reggimenti formati nel corso della guerra ispano-americana, fu l’unico a entrare in azione a Cuba.  I componenti del corpo di volontari, in maggioranza nativi americani, atleti di college, cowboy e allevatori, guidati dal Colonello Theodore Roosevelt, passarono alla storia con il nome di Rough Riders.

Nel caso della serie scritta  da Adam Glass, i «rudi incursori» devono affrontare una minaccia aliena, servendosi di armi e risorse fantascientifiche.

 

rough riders 1

Roosevelt soccorre delle donne intrappolate in una fabbrica in fiamme.

Il futuro presidente Roosevelt è uno stimato politico che conduce una doppia vita, di notte infatti vigila sulla città di New York nei panni di un coraggioso difensore degli oppressi. Un giorno viene convocato dal Consiglio dei Quattro Cavalieri (J.P. Morgan, Cornelius Vanderbilt, Andrew Carnige, John D. Rockfeller). I facoltosi signori che costituiscono l’ordine mondiale dell’epoca, affidano a Roosevelt una missione militare pericolosa che richiede uomini fuori dal comune che Theodore assolda dopo averli sottoposti a un test d’idoneità. Partendo dal fiume Hudson, Roosevelt trova e assolda la leggenda della boxe Jack Johnson, il primo afro-americano a vincere il titolo dei pesi massimi. Si uniscono al team prestigioso un giovanissimo Harry Houdini, il geniale Thomas Edison e infine la temeraria circense Annie Oakley, un’infallibile pistolera.

rough riders 2

I disegni di Pat Olliffe sono dettagliati e raffinati. Ogni personaggio è fedele alla sua controparte reale. Le inquadrature e le pose plastiche ricordano molto il fumetto supereroistico denotando l’intenzione di Glass di controvertire il modus operandi degli autori di fumetti.  Adam si ispira  ai supereroi per raccontare la storia di personaggi reali anzinché il contrario.

Il lavoro degli autori è frutto di una accurata ricerca e lo dimostrano i tanti riferimenti storici presenti nel primo volume, eccone alcuni:

  • Rough Riders;
  • Il tragico incendio del 25 marzo 1911 al Triangle Shirtwaist Factory;
  • Il New York Athletic Club;
  • L’affondamento della USS Maine;
  • I Quattro Cavalieri;
  • Il tonico per capelli;
  • Robert Van Wyck, sindaco di NY;
  • Tammany Hall;
  • Jack Johnson, il suo regno da campione della boxe e l’astio per i neri in generale;
  • Harry Houdini e il nomigno “Re delle Carte”;
  • Theodore Roosevelt Jr., inclusa la sua deprecabile salute e le sue tragedie familiari;
  • Thomas Edison, la sua sordità e l’astio nei confronti di Nikola Tesla, incluse le varie dispute personali;
  • Edward “Monk” Eastman e la sua ascesa come precursore della mafia del XX secolo;
  • Annie Oakley e la sua precisione leggendaria, oltre che i riferimenti al Wild West Show;
  • La lettera di Annie Oakley al Presidente McKinley;
  • Baby Lee;
  • Santiago de Cuba e la prima missione dei Rudi Incursori;
  • L’uniforme storica dei Rudi Incursori;
  • Ammiraglio Sampson;
  • Little Bighorn;
  • Rasputin;
  • H. G. Wells;
  • Roosevelt Sr.;
  • Frankenstein (il film prodotto da Edison).

rough riders saldapress

La lettura scorre fin troppo rapidamente, si spera che nei prossimi volumi la narrazione sia più lenta dando più spazio a un’evoluzione dei personaggi che pur essendo familiari a un pubblico statunitense, sono meno noti ad un pubblico straniero.

È innegabile che l’opera di Adam Glass richiama lo sviluppo de La lega degli straordinari Gentlemen di Alan Moore. La formazione del team e i rapporti difficili tra i suoi membri, perfino il carattere di alcuni personaggi, ricalca il lavoro di Moore, dal quale Rough Riders  si distingue per i personaggi storici invece che letterari.

La colorazione di Gabe Eltaeb infonde alle tavole il giusto carico emotivo, grazie all’uso delle ombre e il risalto di alcuni dettagli nelle scene che lo necessitano.

SaldaPress sta già pubblicando la serie Manifest Destiny della Image Comics, una delle migliori pubblicazioni del suo genere. Un’ucronia della prima esplorazione delle Americhe da parte del Capitano Meriwether Lewi e del Sottotenente William Clark. Rough Riders Vol.1: Scatenate l’ inferno è un buon inizio per un’altra serie promettente.

La storia non è mai stata tanto interessante e travolgente.

Rough Riders Vol. 1: Scatenate l’ inferno

Autori: Adam Glass, Patrick Olliffe
Editore: SaldaPress
ISBN: 9788869193477
Dati: 16,8 x 25,6, B+al, 168 pp., col.

Prezzo di copertina: 15,90€

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi