Ronin – Il lato ribelle di Mokapop

Mokapop è una community di narratori  che da diverso tempo è operativa online. Aperta a tutti coloro che hanno la necessità di esprimere la propria creatività narrativa e illustrativa, Mokapop offre l’opportunità di divulgare opere tramite le sue riviste ufficiali, Mokapop Presenta Ronin. Pietro Rotelli, che è co-fondatore della community, spiega:

Mokapop Presenta rappresenta il lato più organizzato di Mokapop, quello in cui si seguono dinamiche di tipo professionale, con un editor che decide il tema e seleziona i contributi. Ronin è invece il lato ribelle, anarchico, dove viene data massima libertà agli autori sotto tutti i punti di vista. La qualità delle storie non cambia, ma i processi realizzativi sono molto diversi. È una bella sfida a cui teniamo molto!

Ronin Mokapop

Questa rivista nasce dall’esigenza di dare spazio a quella parte di produzione della community che non rispondeva a un tema preciso, storie la cui valenza è decaduta per motivi editoriali, da qui: Ronin. Il primo numero è già disponibile online gratuitamente e raccoglie cinque storie a fumetti e due in prosa, alcune illustrazioni e un progetto che intreccia testo e immagini in modi che sfuggono alle normali definizioni.

La rivista si apre con un’evocativa illustrazione di Gianlorenzo Di Mauro dal titolo Foolish Samurai che introduce Ricordi in fiera, un fumetto autoconclusivo firmato da Marco Generoso, Jes Antonini e Marco Della Verde. La storia è un loop in cui il protagonista è inconsapevolmente intrappolato. Segue il breve racconto di Mattia Ferri, una mente visionaria che ci descrive una consolazione in una realtà post apocalittica. Poi è la volta di Pollo, un fumetto acquerellato firmato Champa Avellis che ci affascina con una storia dal sapore di fiaba e poi i versi di Resli Tale ci accarezzano l’anima.

Ronin Mokapop

 

Dopo aver letto Horror Bus di Francesco Elisei e Lazzaro Losurdo, non saremo più in grado di salire su di un mezzo pubblico. Seguendo il filo del brivido, Francesca Piantadina ci racconta una notte, come tante altre, di un ragazzo e una ragazza che a una birra fresca preferiscono sangue caldo. Infine vi sentirete inermi leggendo le pagine graffianti di With Teeth di Francesco Segala e Zero di Jay Cans1 e Silent Pitt.

Tenetevi forte ai braccioli della vostra poltrona perché Ronin è un vortice di emozioni che vi risucchierà per poi sputarvi fuori, è uno schiaffo in piena faccia, è un tarlo che vi entrerà in testa e…

Ma siete ancora qui?!

Se non credete alle mie parole, crederete ai vostri occhi.

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi