Paradise Kiss, uno shojo da riscoprire

Paradise Kiss è un piccolo gioiello nell’universo shojo manga. Ai Yazawa è l’autrice nota per il ben più celebrato Nana, e conosciuta in Italia nella seconda metà degli anni ‘90 per la fortunata serie Cortili del cuore trasmessa da Italia 1.

Paradise.Kiss

Paradise Kiss è presentato come il sequel di Cortili del Cuore, ma in realtà i protagonisti principali di “Cortili” qui sono delle semplici comparse che giocano con l’effetto nostalgia.

La storia parla principalmente di una giovane liceale, Yukari, che è alle prese con l’ultimo anno del liceo. Non è una ragazza particolarmente dotata nello studio ma si impegna al massimo per superare gli esami e cercare di completare la scuola in modo dignitoso.

Il suo modo di fare è superbo, come se l’indossare la divisa di un istituto prestigioso la rendesse migliore di altri ragazzi, e mentre sta camminando per strada si “scontra” con Arashi, un ragazzo punk, che la ferma e le chiede di diventare una modella per la sfilata finale dell’istituto Yaza, una scuola d’arte. Yukari si rifiuta, spaventata dall’aspetto di Arashi, si scontra con il transessuale Isabella, sviene e viene trasportata “all’atelier” dove fa la conoscenza di Miwako, che la colpisce per la sua dolcezza. Dopo l’incontro con Joji, lo stilista del gruppo, Yukari deciderà di aiutare i ragazzi con il loro progetto.

Da questo punto in poi la mentalità e l’atteggiamento di Yukari cambieranno totalmente, comincerà a farsi domande sulla sua vita e a cercare di capire cosa vuole veramente, se frequentare l’università o scegliere un’altra via.

Yukari
Yukari

Nel  manga vengono esplorate moltissime tematiche, anche se  affrontate in maniera appena accennata: l’omosessualità e la transessualità, il desiderio di crescere e affermarsi come individuo indipendente e non come bambino manovrato dai genitori.

I personaggi sono ben delineati, il loro background famigliare ci viene svelato di episodio in episodio e ci fa capire il perché di determinate scelte. Non siamo davanti a personaggi perfetti, sono umani, sbagliano e si prendono le loro responsabilità; la coppia principale è atipica e forse per questo molto vera, non ci troviamo davanti alla classica storia “l’amore vince su tutto” ma a “la realtà vince su tutto”.

Il tratto della Yazawa è curatissimo, i personaggi sono molto espressivi e lasciano trasparire il loro stato d’animo, l’uso degli sfondi è molto azzeccato, così come l’uso degli oggetti disposti sulla tavola. Ogni personaggio viene identificato dalla casa in cui vive e così se Joji ha un appartamento ricchissimo che indica la sua classe sociale, Yukari ha una semplice casa popolare, mentre Arashi vive in un appartamento disordinato.

Ogni tavola è ricca e la Yazawa è maestra nel distribuire gli oggetti nello spazio, sia nella tavole a griglia convenzionale, sia nelle splash page, che in alcuni casi (come quando viene mostrato l’abito dell’ultima sfilata) lascia il lettore a contemplare tutti i dettagli inseriti, che diventano funzionali alla storia, non ci sono fronzoli. Un tratto super curato e accattivante che è fatto a posta per coinvolgere le ragazze.

Unica critica mossa negli anni alla Yazawa è stata questa: i personaggi sono molto magri al limite dell’anoressia e questo non è piaciuto molto ad alcuni fan. I character acquistano le loro caratteristiche peculiari dal modo in cui si vestono al modo in cui parlano e i cambi d’abito sono curati in modo maniacale: la Yaza stessa ha detto di ispirarsi alle sfilate dell’alta moda per vestire i suoi personaggi.parakiss-tavola

La storia, come ho detto, è molto bella e impegnativa, si sublima nell’attimo in cui un ragazzo prende le decisioni che lo condurranno ad essere l’uomo che desidera oppure l’uomo che non vuole essere, si gioca tutto in quei mesi e non si può sbagliare.

Consigliato a tutte le ragazze e a chi vuole tornare indietro nel tempo.

 

 

Avatar

Veronica Antonucci

Chi siamo? Dove siamo? E io cosa sto facendo qui? Non ne ho la minima idea.

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi