Morgan Lost – Per morte e per amore. Una seconda chance

morgan_lost_8_cover
Morgan Lost 8: Per morte e per amore

Mi sono detto, riprovaci, corri il rischio, dai una seconda chance al novellino in bicromia! (Semicit.)

Sto parlando, ovviamente, di Morgan Lost: la nuova serie di Claudio Chiaverotti pubblicata da Sergio Bonelli Editore. Quella che ha per protagonista un cacciatore di taglie daltonico che vede il mondo in bianco, nero e sprazzi di rosso.
Allo stato attuale sono usciti 8 volumi e, nonostante sia rimasto annoiato dal primo, mi sono lasciato convincere a leggere l’ultimo uscito: Per morte e per amore. Anche questa volta non è andata benissimo, certo, sono riuscito a finire la lettura del volumetto e non posso manco dire che sia brutto, ma da qui a definirla una lettura avvincente ne passa abbastanza.
Il protagonista è scarsamente caratterizzato, banale nelle sue battute e poco carismatico, il classico belloccio che “era meglio se stava zitto”, una copia di Dylan Dog che non combatte mostri ma cattura malviventi (che poi, volendo, sono una sottocategoria)… I disegni sono molto buoni quindi un applauso a Vincenzo Bufi, ma la storia proprio non è il massimo, una scopiazzatura di una puntata tipo di CSI senza Grissom, non aggiunge nulla al genere e risulta per alcuni passaggi prevedibile e scontata.
A New Heliopolis sta per avere luogo una doppia esecuzione sulla sedia elettrica, non sappiamo chi siano i condannati ma un lungo flashback ce ne farà fare la conoscenza.
Todd Almaric è un assassino seriale, trucida sadicamente innocenti che hanno come unica colpa quella di recitare il ruolo della classica famiglia americana, quelle tutte sorrisi e abbracci che poi magari sotto sotto nascondono tradimenti e abusi; Almaric non ci sta e la sua protesta procede a suon di coltellate e sventramenti, questo fino a quando Morgan non ha un’intuizione e riesce a catturarlo sventando l’ennesima tragedia.
L’assassino viene dunque condannato a morte ma la serie di omicidi non accenna a placarsi, chi sta portando avanti la vendetta del neo Saw? (scusate ma mi pareva palese…).

ML_8_tav71
Morgan Lost 8: Per morte e per amore

Questa serializzazione ha ancora tantissima strada da fare.
L’idea della bicromia (Nero+Rosso) all’inizio l’ho trovata interessante, purtroppo è stato usata a sproposito e senza una reale cognizione di causa, se ne sarebbe apprezzato un uso ragionato e funzionale alla storia e non una semplice colorazione delle vignette, andrebbe dosata per sottolineare dei particolari, per enfatizzare delle scene, ma questo avviene in poche vignette, si sminuisce a semplice caratteristica di stampa quando invece potrebbe essere un’arma emozionale se usata con criterio.
Come dicevo prima, il disegno è l’unica cosa che mi ha davvero colpito in quanto ho trovato la mano di Bufi molto sciolta ed esperta, i personaggi acquistano plasticità e dinamismo e anche le vicende risultano chiare e immediate.
In conclusione che dire? Magari riproverò a leggere un altro volume tra qualche mese, qualcosa che mi attira questa serie ce l’ha, forse le stupende copertine a opera di Fabrizio De Tommaso? O forse proprio l’idea della bicromia, chissà; per ora mi sento di dire che è un fumetto carino, ma carino come tanti che non spicca ancora per originalità, aspetto dunque fiducioso la crescita di questa creatura.

Maurizio Vannicola

Maurizio Vannicola

Il mio primo fumetto fu Dylan Dog, ma la rovina arrivò con I Cavalieri dello Zodiaco e la situazione declinò definitivamente con Sailor Moon. Il mio dolce preferito è la zuppa inglese... Ora lo sapete!

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi