Mercurio Loi a passeggio per Roma

Nella vita, nel mondo, infinite sono le strade, imprevedibili i crocevia… Una passeggiata al tramonto, prima che scenda la sera e arrivi il coprifuoco, può essere l’occasione per lo storico perdigiorno Mercurio e il suo compagno di avventure Ottone di lasciarsi trasportare da quello che offre il caso, proprio come i flâneur di Baudelaire. Ma, scegliendo una strada al posto di un’altra, i nostri si ritroveranno tra strani personaggi e antichi ricordi…

È una storia a bivi quella che arriva in edicola e in fumetteria per Sergio Bonelli Editore dal 24 ottobre con il sesto volume dedicato alle avventure del professore Mercurio Loi, che questa volta si troverà ad indagare, letteralmente parlando, A passeggio per Roma.        

Ma in questo caso il personaggio nato dalla fantasia di Alessandro Bilotta non sarà accompagnato solo dal fido Ottone. Saranno infatti gli stessi lettori a consigliargli la giusta via, perché l’uomo è libertà e possibilità di scegliere, anche se a volte la libertà può portare alla disperazione e la scelta sbagliata può rivelarsi fatale…

La penna di Alessandro Bilotta e i disegni di Sergio Ponchione daranno così vita a un episodio originale e labirintico: funambolico quanto il professore di storia di Mercurio (che si avventura in equilibrio su una corda tesa tra i terrazzi di due palazzi romani); oscuro quanto Pasquino, eroe mascherato; bizzarro come un curioso personaggio che si aggira in Piazza della Rotonda ed è ossessionato dai rompicapi.

 

Mercurio Loi è nato due anni fa tra le pagine delle Storie, grazie alla penna dello scrittore romano Alessandro Bilotta. Ma quel numero solo gli stava troppo stretto e per il suo autore è stato inevitabile seguire il professore per altre avventure, a passeggio tra le nuove pagine che andava via via a visitare. Un po’ Sherlock Holmes, un po’ Dr House, Mercurio Loi è un gentiluomo brillante e ironico, un dandy che percorre senza meta precisa le vie della città eterna come un flâneur ante litteram, per dirla con Baudelaire. È un osservatore attento, il professor Loi, e con la sua irrefrenabile curiosità finisce costantemente per essere coinvolto in vicende misteriose, macchinazioni diaboliche, società segrete e persino… fantasmi.

Silvia Forcina

Silvia Forcina

Non pratico il nerding estremo pur essendo nerd nell'animo, ma non ho niente da condividere con i Merd che popolano il mondo. So solo quello che non sono. Come Balto.

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi