Marvel Legacy: un volume da collezione

Il 2018 è ufficialmente l’anno della svolta della Casa delle Idee, provocata un po’ dal calo di vendite e tanto dalla mossa vincente che la DC ha saputo mettere in atto con il titolo di Rebirth.

La Marvel dunque prova a rilanciare il proprio universo fumettistico e dopo gli eventi di Infinity, che hanno generato il collasso di tutti gli universi lasciandone attivo uno solo e creando un mix variegato di Super Eroi che mescola con brio vecchie e nuove leve, ora si tenta di ridare lustro a tutto il parco testate con un’operazione volta a dare un nuovo, ennesimo, inizio, con la speranza di fidelizzare i vecchi lettori ma ancora di più di attirarne di nuovi.

Ma di questo argomento ha già parlato il nostro Valerio Spino qui; quello che farò io sarà fare una pura e semplice recensione del cartonato omonimo che la Panini ci ha proposto in occasione di questo importante evento editoriale.

L’albo si apre presentando Marvel Legacy #1, ovvero il racconto che dà il via a tutto il nuovo corso e che porterà non pochi stravolgimenti.

 


Molto stimolante è la collaborazione tra le firme più autorevoli della Marvel che si ritrovano unite nella stesura di questo racconto ognuno nella parte dedicata all’eroe del quale segue le gesta sulle testate ufficiali: è molto stuzzicante questo mix di stili, un po’ come quando vai al buffet di dolci e assaggi tutto per scegliere la fetta più grande poi!

La forza di questo volume però risiede in tutto il corposo comparto dedicato alle Origini degli Eroi Marvel, sceneggiatori e disegnatori si fanno carico di raccontare la genesi di quasi tutti i personaggi più importanti in uno spazio riservato che è di media sulle 3/5 pagine.
Un ottimo strumento per le nuove leve che così possono conoscere le origini dei loro personaggi preferiti e perché no interessarsi anche a quelli che fino a questo momento hanno snobbato.

In chiusura dell’albo la versione italiana della rivista Foom (acronimo che sta per Friends Of O’l Marvel, amici della vecchia Marvel) composta da un corposo apparato redazionale che spiega nei minimi dettagli tutta l’operazione Legacy con dettagli e retroscena.

Ho trovato particolarmente interessante l’operazione legata alla CoverCitazione dove gli artisti di oggi rivisitano, citando, le copertine storiche delle varie testate, con dei risultati davvero d’impatto e accattivanti.

Un volume cartonato da collezione che dovrebbero avere tutti, sia i vecchi che i nuovi amici della Casa delle Idee e che per me, neofita del settore, ha rappresentato una vera chicca.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi