I racconti di domani di Tiziano Sclavi

Tornato a narrare le avventure del suo pupillo su alcuni volumi speciali della serie regolare, Tiziano Sclavi firma ora I racconti di domani. Queste tre antologie di storie brevi sono presentate da Dylan Dog, ma narrate dal noto Hamlin, gestore dell’inquietante negozio di Safarà.

In lingua araba Safarà significa “scoprire, esplorare”, ed è questo che accade ogni volta che l’Indagatore dell’incubo vi mette piede esplora nuove realtà. Ogni volta però è per lui come la prima in quanto dimentica sistematicamente di esserci stato e dopo averlo lasciato il negozio scopare e al suo posto compare un muro di mattoni.

La Sergio Bonelli Editore presenta I racconti di domani in un’edizione da libreria di tutto rispetto, volume rilegato e cartonato con copertina opaca in carta usomano e dettagli in UV.

Le storie narrate, da un forte retrogusto alla Zio Tibia racconta, hanno come filo conduttore l’orrore quotidiano, tanto normale quanto terrificante.

Il primo volume, meravigliosamente illustrato da Gigi Cavenago, ormai veterano delle copertine della serie regolare di Dylan Dog, ci regala delle tavole fluide ed eleganti. Ogni storia ha una dominante di colore, mentre gli intermezzi che fanno da filo conduttore hanno tinte calde di rossi e ocra. 

Il secondo volume ha come filo conduttore il cielo, e quello che con sé porta o da sé arriva. Il tratto di Nicola Mari, netto, graffiante e deciso è affiancato dai colori meno brillanti ma più cianotici di Giovanna Niro, anche lei ormai veterana delle storie dell’Indagatore dell’incubo.

Il terzo, e per ora ultimo volume, ha come tema portante quello del sogno, tematica sempre molto cara all’autore, con la quale si sente a proprio agio e con la quale riesce a spaziare e a delineare storie interessanti e allucinanti. In questo volume la parte grafica è lasciata a Giorgio Pontrelli, e mi scuserete se sono di parte, ma il suo tratto riesce a rapirmi come pochi. Un tratto tremolante, ma dalla linea decisa, contorni netti e ben delineati rendono il suo disegno carico di emozioni che riescono a simpatizzare con il lettore. Sapientemente colorate da Sergio Algozzino, le tavole di questo volume sono oniriche e surreali.

I racconti di domani è una serie da libreria che strizza l’occhio ai cultori del buon fumetto italiano, sapientemente scritte da un pilastro della nona arte nostrana e illustrato da autori sorprendenti, volumi raffinati che non dovrebbero mancare nelle librerie di ogni appassionato dell’Indagatore dell’incubo, ma fortemente consigliati anche agli amanti dell’horror che, chissà, magari si avvicineranno un po’ al mondo del terrore made in Bonelli.


Tiziano Sclavi con Gigi Cavenago, Nicola Mari, Giovanna Niro, Giorgio Pontrelli, Sergio Algozzino
I racconti di domani, volume 1 Il libro impossibile, volume 2 Della morte e del cielo, volume 3 Brevi cenni sull’universo e su tutto il resto

Sergio Bonelli Editore, 21 novembre 2019 / 1 ottobre 2020 / 26 novembre 2020
64 pagg., colore, cartonato, 22×29,7 cm, €19.00 cadauno
ISBN: 9788869614507 / 9788869615238 / 9788869615672

Maurizio Vannicola

Maurizio Vannicola

Il mio primo fumetto fu Dylan Dog, ma la rovina arrivò con I Cavalieri dello Zodiaco e la situazione declinò definitivamente con Sailor Moon. Il mio dolce preferito è la zuppa inglese... Ora lo sapete!

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi