Corri ragazzo laggiù… E soffia sulle 40 candeline di Jeeg!

Oggi non è solo il compleanno di Goldrake,  un altro storico robottone appariva per la prima volta sugli schermi giapponesi il 5 ottobre 1975, parliamo dell’intramontabile Jeeg Robot D’Acciaio鋼鉄ジーグ Kōtetsu Jīgu, la prima puntata viene infatti trasmessa quarant’anni fa su TV Ashai.

Jeeg_robot_d'acciaio_gallery_021

Nato anche lui dalla prolifica immaginazione di Go Nagai, che ne realizza il manga, la serie narra le avventure di Hiroshi Shiba, all’apparenza un comune ragazzo, che ha all’interno del suo corpo la campana del popolo Yamatai, impiantatagli chirurgicamente dal padre scienziato.

Ovviamente questa mossa ha delle “piccole” ripercussioni, la regina Himiko infatti, aiutata dai suoi tre generali Ikima, Mimashi e Amaso, attacca la terra per ritrovare l’antico manufatto che le sarà necessario per risvegliare il suo comandante l’Imperatore del Drago (certo lei non può sapere che quando questo accadrà sarà ringraziata con la morte, ma in fondo i cattivi sono così per un motivo no?).

Quello che il nostro protagonista ancora non sa è che grazie a una collana e a un paio di guanti, lasciategli in eredità da suo padre, può trasformarsi in un androide e grazie all’aiuto di Miwa che all’urlo di “LANCIA I COMPONENTI!” può diventare Jeeg, un potente robot grazie al quale riuscirà a riportare la pace sulla terra.

Noi di DF vi regaliamo la sigla storica…

Maurizio Vannicola

Maurizio Vannicola

Il mio primo fumetto fu Dylan Dog, ma la rovina arrivò con I Cavalieri dello Zodiaco e la situazione declinò definitivamente con Sailor Moon. Il mio dolce preferito è la zuppa inglese... Ora lo sapete!

Commenta !

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi