Monthly Archives: aprile 2016

Uscite Astorina giugno 2016

Comunicato Stampa

 

Diabolik_ineditoInedito 1 giugno 2016

Il gioco degli inganni

Diabolik è tratto in inganno dalla prospettiva di un grosso colpo, ma sarà costretto a modificare radicalmente i suoi piani e a coinvolgere Eva in una vera e propria “caccia al ladro”. E dimentica che, in questo gioco, Ginko è un vero maestro…

 

 

Soggetto: M. Gomboli e A. Pasini

Sceneggiatura: P. Martinelli

Disegni: A.M. e M. Ricci

Copertina: M. Buffagni

 

Diabolik_Ristampa660 10/06/ 2016

Anno XLI (2002) n. 2

Nella tana del lupo

Un criminale braccato deve cambiare faccia, per poter cambiare vita. Chi provvede alla delicata operazione si fa pagare molto bene: sa di correre un grosso rischio, e deve prendere le dovute precauzioni. Ma Diabolik non esiterà a infilarsi nella tana del lupo.

Soggetto: T. Faraci

Sceneggiatura: T. Faraci

Disegni: A.M. Ricci e F. Paludetti

Copertina: S. e P. Zaniboni

 

Diabolik_SwiisssSwiisss 265 20/6/2016

Anno XIII (1974), n. 10

La città accusa

Incredibile scoprire che cosa può celarsi sotto una maschera di perbenismo: un nauseabondo intreccio di ipocrisia, tradimenti, malvagità. Accompagnato da una crudeltà omicida che sorprenderà anche Diabolik.

Testi di A. e L. Giussani

Disegni: F. Bozzoli e E. Facciolo

RW-Lion al Napoli Comicon 2016 – La strada verso Rebirth

Comunicato Stampa

Di seguito le novità di RW-Lion, anticipate durante il panel Il Ruggito Del Multiverso che si è tenuto venerdì 22 aprile nella sala Cartoni Magici del Napoli Comicon.

Tema dell’incontro è stata “la strada verso rebirth” con un occhio di riguardo le novità che ci faranno compagnia nei mesi di transizione verso Rebirth, il rilancio editoriale targato DC Comics previsto in America a giugno e a fine anno per Lion.


RwlionLa strada per REBIRTH procede infatti con due crossover che stravolgeranno lo status-quo della Bat-family e di Superman.

Il primo è la ROBIN WAR che tra luglio e settembre vedrà coinvolte le due testate dedicate al Crociato Incappucciato, ovvero BATMAN e BATMAN IL CAVALIERE OSCURO, e il mensile GIOVANI TITANI/CAPPUCCIO ROSSO, dove troviamo le serie con protagonisti i Robin del presente e del passato, a partire da ROBIN FIGLIO DI BATMAN. La ROBIN WAR vede Damian Wayne, Tim Drake, Jason Todd, Dick Grayson e il movimento giovanile noto come We Are Robin alle prese con un complotto ordito da alcuni membri della Corte dei Gufi che li porterà a combattere l’uno contro l’altro fino a un esito finale che avrà gravi conseguenze sulla Bat-family, e avrà inizio a luglio su BATMAN IL CAVALIERE OSCURO 45 per proseguire su BATMAN 51, GIOVANI TITANI/CAPPUCCIO ROSSO 27, BATMAN 52, BATMAN IL CAVALIERE OSCURO 47, GIOVANI TITANI/CAPPUCCIO ROSSO 28 e BATMAN IL CAVALIERE OSCURO 48, con un’appendice/tie-in su uno dei prossimi volumi di GOTHAM ACADEMY.

Superman invece sta per scoprire chi ci sia dietro gli eventi che hanno stravolto la sua esistenza (la perdita della maggior parte dei poteri, la rivelazione della sua identità segreta) in un lungo crossover che coinvolgerà i due mensili SUPERMAN e SUPERMAN L’UOMO D’ACCIAIO a partire da agosto fino a novembre, quando tutto troverà risposta in SUPER-LEAGUE, l’ultimo story-arc del primo degli eroi, che cambierà totalmente lo status dell’Uomo d’Acciaio in vista di REBIRTH. E stavolta saranno veramente cambiamenti epocali e radicali. Il crossover di ALBA SELVAGGIA inizierà ad agosto su SUPERMAN 52 e SUPERMAN L’UOMO D’ACCIAIO 28, per proseguire a settembre su SUPERMAN 53 e SUPERMAN L’UOMO D’ACCIAIO 29 e nei numeri dei mesi successivi.

Anche Batman, Wonder Woman, Flash e tutti gli altri eroi DC sono e saranno alle prese con eventi che modificheranno la loro situazione in vista di REBIRTH, in particolare la Justice League, visto che la conclusione della DARKSEID WAR in corso sulla sua testata avrà ripercussioni direttamente sul REBIRTH SPECIAL in uscita a fine maggio negli USA, l’albo che tirerà le fila di tutto quanto è farà da apripista per una nuova era dell’Universo DC.

Ma l’evento che ci aspetta più da vicino nei prossimi mesi è l’uscita del film dedicato alla SUICIDE SQUAD, che ha tra i protagonisti quella che a tutti gli effetti è diventata uno dei personaggi più importanti dell’universo DC: Harley Quinn. Come appena successo per Batman V Superman, molte iniziative sono all’orizzonte in vista del film. Per far conoscere la versione a fumetti, originale, dei personaggi del film al pubblico dell’edicola che normalmente non legge fumetti di supereroi, a luglio lanceremo una “miniserie” in formato bonellide, quindi 96 pagine in bianco e nero, dedicata ai principali protagonisti della pellicola. Il primo numero sarà dedicato alla Suicide Squad e alle sue origini, il secondo a Joker, il terzo ad Harley Quinn e il quarto ed ultimo nuovamente alla Squadra Suicida.

Le storie sono state scelte in modo da dare a tutti i lettori una panoramica sui vari personaggi senza dover per forza conoscere a menadito anni di continuity, e saranno sicuramente delle letture interessanti anche per i DC-fan di lunga data.

Per il pubblico delle librerie e delle fumetterie stiamo preparando invece alcuni volumi con le storie più recenti o famose sia della Suicide Squad che dei suoi membri.

Le due serie dedicate al super gruppo, SUICIDE SQUAD e NEW SUICIDE SQUAD, vedranno pubblicati un volume ciascuna con i primi story-arc, mentre Deadshot sarà protagonista di due volumi, uno (SUICIDE SQUAD PRESENTA DEADSHOT) con uno degli story-arc più classici del personaggio, alle prese con una figlia di cui non sapeva nulla, e uno con la recentissima miniserie SUICIDE SQUAD MOST WANTED dove divide il “palco” con Katana. Harley Quinn sarà invece protagonista del primo volume che raccoglie le più recenti storie apparse sul nostro mensile, che avrá una speciale anteprima per Etna Comics, dove saranno ospiti Jimmy Palmiotti e Amanda Conner, gli autori che hanno portato il personaggio alle vette di successo degli ultimi anni.

L’universo DC comprende però molti altri personaggi di rilievo, e nei prossimi mesi avrete modo di continuare a leggere le avventure dei Giovani Titani pre-nuovi 52 con il secondo volume di TITANS HUNT, scoprire la recente serie degli OMEGA MEN, che negli USA ha raccolto un nutrito e agguerritissimo numero di fan, e la nuova miniserie dedicata a SWAMP THING, scritta dal creatore del personaggio, Len Wein, e disegnata dal maestro del macabro Kelley Jones.

I grossi calibri tornano invece all’attacco con le riedizioni di due classici come SUPERMAN RED SON e BATMAN ANNO DUE, oltre che con l’edizione in volume del SUPERMAN UNCHAINED di Scott Snyder e Jim Lee, e con l ‘edizione italiana del volume più atteso della linea Terra Uno, quel WONDER WOMAN TERRA UNO realizzato da Grant Morrison e Yanick Paquette, dove lo sceneggiatore scozzese ha recuperato i concetti alla base della creazione del personaggio negli anni ‘40, e li ha fatti cesellare dal segno di Paquette, che ha realizzato uno dei sui lavori migliori.

Passando alla Vertigo, nei prossimi mesi continueremo a presentare le più recenti serie e miniserie proposte dalla storica etichetta. Dopo THE TWILIGHT CHILDREN di Gilbert Hernandez e Darwyn Cooke ci attendono CLEAN ROOM, un thriller horror ambientato nel mondo dei guru dell’auto-aiuto e dei libri per conoscere se stessi; ART OPS, la nuova serie disegnata da Mike Allred, con protagonista un ragazzo costretto a scoprire che fine abbia fatto sua madre e l’organizzazione che dirigeva, dedicata a proteggere le opere d’arte da forze oscure e minacciose, aiutato nell’intento da un gruppo di folli personaggi, tra i quali un tizio con superpoteri che scrive sitcom, un’icona della musica pop anni Ottanta e un prete punk; SLASH & BURN, la nuova serie di Si Spencer, autore di THE BODIES, con protagonista una ragazza che lavora come pompiere ma ha impulsi da piromane; THE SHERIFF OF BABYLON, che vede Chris Henry, un addestratore militare, unirsi a uno degli ultimi poliziotti presenti a Baghdad durante la Seconda Guerra del Golfo per scoprire chi sia l’assassino di uno dei soldati addestrati da Chris.

Ma la vera chicca, che sta per uscire negli USA e che da noi arriverà in inverno, è DARK NIGHT: A TRUE BATMAN STORY, realizzata da Paul Dini ed Eduardo Risso. Dini, tra le altre cose co-creatore di Harley Quinn, ci racconta come abbia superato le ferite fisiche e psicologiche di un’aggressione subita negli anni Novanta mescolando la realtà con le sue riflessioni e gli stati d’animo contrastanti, rappresentati utilizzando i personaggi che gli hanno fatto compagnia per una vita, prima come lettore poi come autore: Batman, Joker, Catwoman. Una storia appassionante, che fa riflettere ed emoziona, e che mette i personaggi dei fumetti sotto una luce nuova, utilizzandoli in un modo diverso da quanto fatto finora.

Primo teaser per il film di Gantz

La TOHO Animation ha da poco diffuso online il primo teaser trailer per il film di GANTZ:O che sarà animato in “full 3DCG” e basato sul manga omonimo di Hiroya Oku pubblicato in Italia dalla Panini.

Il film vede alla regia Keiichi Satou (Tiger & Bunny, Asura) e Yasushi Kawamura (Appleseed: Ex Machina). Tsutomu Kuroiwa (One Piece Film Gold) si occupa invece della sceneggiatura del film prodotto dalla Digital Frontier.

Il film uscirà a Ottobre

Gantz-Movie

Le bizzarre avventure di Jojo – Battle Tendency

Ed eccoci arrivati alla seconda parte della nostra retrospettiva su uno degli shonen manga più belli dell’universo.

Dopo aver esplorato le bizzarrie di una  prima serie che, dicevamo, faceva tantissime promesse e ne manteneva solo qualcuna, siamo finalmente giunti al momento di parlare di costui:

JosephJoestarYoungPart2

Costui si chiama Joseph Joestar.

 

Parte 2- Joseph Joestar (Battle Tendency)

La fiction è un colorato mondo, affollato di personaggi di tutti i generi. Alcuni di questi personaggi passano nelle nostre vite come acqua fresca, buoni a levarci la momentanea sete di storie e altrettanto buoni a esser dimenticati presto. Altri personaggi assolvono a una funzione momentanea, ci prendono in quel particolare momento della vita perché abbiamo i nostri scazzi; oppure abbiamo certi gusti passeggeri e quel personaggio lì, guarda caso, arriva nel momento giusto: ma poi, quando passa il tempo e cresciamo, ci chiediamo come abbiamo fatto a entrarci così in fissa.

Poi ci sono quei personaggi che hanno una tale monumentale forza narrativa; quei personaggi che, quando ne leggi le storie, ti fanno sentire come quei fortunati greci che sentivano per la prima volta delle peripezie di Ulisse alla ricerca di Itaca. Quei personaggi che non potresti mai, mai, mai abbandonare prima di sapere come accidenti finisce.

Io di personaggi così me ne ricordo qualcuno. Restiamo nel campo dei manga:

200826-akirafudo_large

harlocklogo

hqdefault

Certo, non basta avere questi personaggi per fare un fumetto come si deve. Ma se a un protagonista così aggiungi trame epiche, un’altra sfornata di nemici e comprimari monumentali, e tanto genio, beh, allora hai fatto centro.

Ma torniamo a Joseph Joestar.

jojo

Quando Araki decise di creare una saga generazionale sapeva di correre un rischio enorme. La prima serie ebbe un buon successo e cambiare il protagonista dopo soltanto tre volumi era un azzardo che alla Shueisha non morivano proprio dalla voglia di fare. Araki stesso racconta di come avessero provato a dissuaderlo; ma la casa editrice doveva fare i conti con il coraggio dell’autore, il quale aveva deciso di non arrivare mai a diventare ripetitivo, costasse quel che costasse.

Siccome però non era scemo, e non aveva certo la forza contrattuale per imporsi senza cedere di un millimetro, giunse a un compromesso. Il nuovo Jojo avrebbe avuto un aspetto praticamente uguale al predecessore, così da “ingannare” i lettori. Alla Shueisha accettarono e così Araki ebbe il permesso di creare il suddetto Joseph Joestar.

Joseph, se visivamente ricordava il nonno Jonathan, caratterialmente rispecchiava molto di più il genere di personaggio che andava a genio ad Araki. Assolutamente imprevedibile, spiritoso, furbo come un gatto, pieno di risorse, dotato di un eroismo infinitamente umano, Joseph era il protagonista perfetto per il tono assolutamente innovativo che Araki aveva deciso di donare a questo stranissimo shonen.

Non è il genere di eroe che piacerebbe ad Adinolfi, credo

Joseph non è il genere di eroe che piacerebbe ad Adinolfi, credo

Mentre il tratto dell’autore iniziava un processo di maturazione che, dai fisici scolpiti alla Tetsuo Hara lo avrebbe portato in direzioni insospettabili, il tono delle storie diventava qualcosa di unico senza smettere di essere uno shonen.

Per capirci: gli shonen stringi stringi sono manga dove un personaggio deve arrivare al mostro finale passando per una serie di boss di fine livello. Nel percorso conquista punti vita, nuove armi e qualche abilità in più. Battle Tendency non fa eccezione; ma Araki non è tipo da cavarsela con scontri in cui basta spremersi forte forte forte per accumulare energia da sparare con le mani, magari gridando il nome del colpo. No, Araki vuole che ogni combattimento sia diverso dall’altro: e cavolo se ci riesce.

Si può vincere usando giochi di prestigio, spaghetti, bolle di sangue, corna, biglie di ferro.

joseph 2

E se non si può vincere, si può sempre scappare a gambe levate, parola di Joseph

Le pagine di Battle Tendency sono una miniera di sorprese imprevedibili. È vero, il protagonista vince (quasi) sempre, ma non è questo che importa. È scoprire come vince che è un’esperienza straordinaria.

Perché, diciamocelo: tutti son buoni a vincere col Fulmine di Pegasus. Ma soltanto Joseph Joestar ci riesce usando la lana del suo cappello!

A questo punto potremmo anche fermarci qui, ma non renderemmo ancora giustizia a questo manga se non parlassimo dell’altro grande talento di Araki, che è quello di sfornare nemici e comprimari altrettanto monumentali. L’assunto è sempre lo stesso, come il primo comandamento di un decalogo arakiano:

Mai ripetersi. Mai.

In Araki non esistono personaggi intercambiabili, né stereotipi. Ogni personaggio, anche quello che compare in due vignette, è sempre più di quello che sembra: sono personalità vive, tridimensionali. I nazisti non appaiono solo come gli stereotipati razzisti e crudeli macchiette: alcuni di loro, come è naturale, sono simpatici, onorevoli; pensano alla loro donna a casa o combattono per difendere l’umanità. Sono persone, semplicemente. È la cifra stilistica di Araki.

Anche nel petto dei nazisti batte un cuore... o un mitra?

Anche nel petto dei nazisti batte un cuore… o un mitra?

 

Nella serie appare anche un personaggio italiano, Cesar Antonio Zeppeli, che inaugura la carrellata di comprimari arakiani in grado di rubare la scena al protagonista e di farsi amare profondamente.

I nemici non fanno alcuna eccezione: già avevamo parlato del profondo lavoro di costruzione della figura di Dio Brando; in Battle Tendency i cattivi sono tre, uno diverso dall’altro, ognuno dotato dei suoi lati umani, persino positivi. Con i suoi antagonisti Araki sembra voler esplorare tutti gli aspetti della malvagità umana, soltanto per scoprire che, in fondo, la malvagità assoluta non esiste.

Anceh graficamente, Wamoo ricorda il Raoul di Ken il guerriero

Anche graficamente, Wamoo ricorda il Raoul di Ken il guerriero, ma vestito meglio

Così, durante uno degli scontri più avvincenti e monumentali della storia dei manga (e non è un’iperbole), Wamoo e Joseph non appaiono più come il Bene contro il Male, quanto due straordinari esseri convinti ognuno delle proprie ragioni, impegnati in un duello in cui si mettono in gioco la determinazione, l’intelligenza, l’onore, la fantasia. Una mortale corsa di bighe strutturata come una serie appassionante di colpi di scena e ribaltamenti di fronte, che conserva intatta la sua qualità anche a distanza di anni e di numerose riletture.

Con Battle Tendency lo stile e la genialità di Araki esplodono, inaugurando una felicissima serie di trovate eccezionali che durerà molto, molto a lungo. Quando la serie si chiude, ci si chiede cosa altro potrà mai inventarsi.

Beh, che ci crediate o no, Araki non ha finito di stupirci.

Ne parleremo nella prossima puntata...

Ne parleremo nella prossima puntata…

LE VIE DEI MESTIERI – Il secondo volume di UT

Comunicato Stampa

Arriva in edicola il 28 aprile

e in fumetteria il 2 maggio, nella versione con variant cover di Lola Airaghi,

la seconda puntata della saga di UT

Presentazione al XXIX Salone del Libro di Torino

UT_2Arriva alla sua seconda puntata UT, il capolavoro nato dalla mente di Corrado Roi, maestro delle ombre che dalle pagine di Dylan Dog passa a creare, assieme a Paola Barbato, la saga a cui sta lavorando da tutta la vita. Due delle punte di diamante di via Buonarroti hanno infatti dato origine a una miniserie che racconta, con disegni straordinari e di grande impatto, il tempo dopo l’uomo e i conflitti tra le nuove specie dominate da istinti primordiali.

Ne Le vie dei mestieri Iranon, alla ricerca di tracce del proprio passato, conosce Labieno, uno scultore genetico che crea opere d’arte in parte vive all’interno della sua “fabbrica”. Questi gli chiede aiuto, in cambio di informazioni su Hog e sulle Case, e convince lui e Ut a mettersi sulle tracce di un misterioso vandalo che deturpa le sue creazioni. I due vengono così in contatto con alcune opere d’arte viventi, i cui tormenti influenzano entrambi, anche se in maniera totalmente diversa. Per poter ottenere le informazioni di Labieno dovranno affrontare i nemici dello scultore e salvare dalla follia un misterioso cancello animato…

 

UT_AiraghiAnche per questo secondo volume la nuova saga conterà due edizioni in contemporanea, una da edicola (disponibile dal 28 aprile) e una da fumetteria (disponibile dal 4 maggio). L’obiettivo è quello di offrire esperienze di lettura diverse, dove la versione fumetteria si differenzierà da quella destinata all’edicola per le variant cover realizzate di volta in volta da un disegnatore ospite d’eccezione e per l’aggiunta in ogni numero di un esclusivo apparato redazionale, creato appositamente dal team Bonelli. In questo caso la copertina del secondo numero di UT nella sua versione variant da fumetteria sarà opera di Lola Airaghi.

 

Le vie dei mestieri, del resto, verrà presentata in una cornice molto speciale: quella del XXIX Salone del Libro di Torino che si terrà al Lingotto dal 12 al 16 maggio 2016, con il tema Visioni. Corrado Roi e Paola Barbato incontreranno infatti i lettori e racconteranno la loro “visione” di UT e le evoluzioni del loro personaggio (i dettagli su giorno e luogo dell’appuntamento verranno a breve indicati sul sito http://www.sergiobonelli.it/).

 

UT N. 2

Le vie dei mestieri

Uscita:

edizione edicola: 28 aprile

edizione fumetteria: 4 maggio

UT è creato da Corrado Roi e Paola Barbato

Soggetti, disegni e copertine (per la serie regolare): Corrado Roi

Sceneggiature: Paola Barbato

Prezzo: Euro 4,00

96 pagine

Copertina edizione Fumetteria: Lola Airaghi

Prezzo: Euro 5,50

112 pagine

 

Online e sui social:

#UT

https://www.facebook.com/UTSergioBonelliEditore

http://www.sergiobonelli.it/

Marvel – L’atteso ritorno di [SPOILER]

La scorsa settimana la Marvel Comics ha diffuso online un’immagine che anticipava un “long awaited return” collegata a Avengers: Standoff!.

Hero-Teaser

Sebbene i Marvel fan più accaniti avessero già indovinato di quale personaggio si parlasse solo adesso conosciamo le modalità di questo ritorno [da qui in poi sono spoiler]newquasar-front

Come molti avevano immaginato si parla di Quasar: il supereroe cosmico creato da Roger Stern e Sal Buscema noto soprattutto per le avventure scritte dal compianto Mark Gruenwald.

Non si tratta però dello storico Quasar, Wendell Vaughan. Questi infatti torna in Standoff! per passare la torcia (o le Bande Quantiche se preferite) al nuovo Quasar: l’agente dello SHIELD Avril Kincaid che ha ritrovato le Bande nell’albo Avengers: Standoff! Assault on Pleasant Hill Omega in uscita questa settimana.

newquasar

Angel Unzeata ha realizzato il design del nuovo costume.

newquasar2

Kincaid sarà il quinto Quasar della storia della Marvel dopo Vaughn, Phyla-Vell, Richard Rider e il membro della Guardia Imperiale Neutron.

Stando a Nick Spencer, scrittore di Standoff!, il nuovo Quasar giocherà un ruolo importante nelle prossime avventure di molti vendicatori a partire da Captain America.

Sequel in vista per “Wonder Woman: Earth One”

In una recente intervista per Publishers Weekly Grant Morrison ha annunciato di essere al lavoro sul secondo capitolo di Wonder Woman: Earth One. Il primo volume è uscito negli Stati Uniti questo Aprile ed è di prossima pubblicazione in Italia per la RW. Morrison ha fatto sapere che si tratterà di una trilogia e anche Yanick Paquette ha confermato che lavorerà ai prossimi due volumi.

STK696757

Stando alle dichiarazioni dello scozzese nei prossimi volumi verrà dato più spazio alla figura della regina Ippolita, madre di Wonder Woman: “è il mio personaggio preferito” ha dichiarato.

Prima ancora di uscire il primo volume ha sollevato diverse critiche, provenienti soprattutto da una parte del mondo femminista statunitense, dovute alla scena della violenza sessuale di Ercole ai danni di Ippolita nelle prime pagine dell’albo.

Rat-Man sempre più a colori!

Comunicato Stampa

Le storie a colori dell’eroe di Leo Ortolani presentate in una nuova veste editoriale

Modena, 22 aprile 2016. È in arrivo un nuovo Rat-Man tutto a colori, in una rinnovata e preziosa veste editoriale che farà felici nuovi e vecchi appassionati del personaggio di Leo Ortolani.

Dopo più di dieci anni, la collana Rat-Man Color Special, partita nel 2004, saluta i lettori e viene sostituita da speciali autoconclusivi di grande formato che continueranno a proporre ai fan le avventure a fumetti di Rat-Man in una nuova edizione a colori.

ratto-rat-man

Il primo volume che inaugura il nuovo corso è Ratto. Pubblicata in origine sui numeri 70-71 di Rat-Man Collection, Ratto è una delle storie più amate del personaggio, una parodia di Rambo che nel suo svolgersi diventa una riflessione tout court sulla guerra e la sua stupidità, in cui Leo Ortolani dimostra tutto il suo talento d’autore e la sua originalità.

I colori di Ratto saranno realizzati da Stefano Simeone, disegnatore e colorista apprezzato in Italia e non solo, sotto la supervisione del colorista ufficiale di Rat-Man Lorenzo “Larry” Ortolani.

“RAT-MAN è nato in bianco e nero ma abbiamo imparato ad amarlo anche in technicolor”, ha commentato Marco M. Lupoi, direttore editoriale di Panini Comics. “La nuova veste editoriale permetterà di riscoprire saghe complete in una formula capace di soddisfare sia il lettore iper-appassionato, sia chiunque volesse avvicinarsi all’universo del nostro eroe con una storia immediatamente gustabile. Chapeau a Leo Ortolani e alla sua creatura!”

“Il mondo sta cambiando. Lo sento nell’aria, lo sento nell’acqua e lo vedo in edicola”, ha dichiarato Leo Ortolani. “Così, dopo una onorevole carriera passata a colorare le nostre estati, il RAT-MAN COLOR SPECIAL cambierà formula. Ma il colore è così bello che non poteva certo abbandonarci in questo modo. RATTO arriva proprio da questa volontà: proporre un UNICO albo contenente una storia COMPLETA”.

Ratto sarà presentato in anteprima nel corso della ventesima edizione di Riminicomix, la mostra mercato che si terrà nella città romagnola dal 14 al 17 luglio e che vedrà Leo Ortolani come ospite d’onore. Tenetevi pronti, continuerete a vederne di tutti i colori!

Nuovi autori e grandi storie per Panini Comics

Comunicato Stampa

Arrivano CONTRONATURA di Mirka Andolfo e

MALLOY, IL GABELLIERE SPAZIALE di Marco Taddei & Simone Angelini

malloyModena, 22 aprile 2016. Panini Comics presenta al Napoli Comicon due grandi novità che arricchiranno ulteriormente il catalogo sempre più ampio e differenziato dell’editore. Durante la prima conferenza con il pubblico tenutasi nel corso della manifestazione partenopea, sono stati finalmente rivelati gli “ospiti misteriosi” annunciati i giorni scorsi. Si tratta di Mirka Andolfo e del duo Marco Taddei/Simone Angelini, talenti del fumetto italiano tra i più apprezzati e originali, al lavoro su due nuovi progetti che vedranno la luce nei prossimi mesi.

Mirka Andolfo, illustratrice amatissima per il suo tratto ironico e sensuale, autrice del fenomeno Sacro/Profano, realizzerà CONTRONATURA sotto il marchio Panini Comics. Il primo volume di questa saga fantasy venata di erotismo sarà presentato in anteprima nel corso della prossima edizione di Lucca Comics and Games.

Si cambia genere con Marco Taddei e Simone Angelini, autori di Anubi, la graphic novel rivelazione del 2015 e indiscusso successo di pubblico e critica. Il duo creativo è al lavoro su MALLOY, IL GABELLIERE SPAZIALE, un progetto sci-fi nato nel corso del festival Crack! Fumetti dirompenti, che verrà presentato all’interno della collana Panini 9L. Il volume uscirà nel 2017.

Maggiori dettagli su entrambe le opere saranno diffusi nei mesi a venire.

Mirka, Simone e Marco saranno presenti allo stand Panini Comics durante il Comicon per incontrare i fan e firmare le stampe esclusive di Malloy e ControNatura realizzate per celebrare il loro ingresso ufficiale nella scuderia Panini. Tutti i dettagli per incontrarli sono disponibili sui canali social ufficiali dell’editore.

Ma le novità in casa Panini Comics non finiscono qui: altri progetti di autori italiani bollono in pentola per continuare a stupirvi.

 

ControNatura

 

Mirka Andolfo alterna al lavoro di fumettista quello di colorista e illustratrice. Nonostante la giovane età vanta già diverse collaborazioni con le principali case editrici italiane e straniere. È autrice della serie comica culto Sacro/Profano.

Marco Taddei, sceneggiatore, e Simone Angelini, disegnatore, iniziano la loro collaborazione nella fucina creativa di Carta Straccia. Assieme realizzano Storie Brevi e Senza Pietà, Altre Storie brevi e senza Pietà e Anubi

VIAGGIO NELLO SPAZIO CON MORGAN LOST

Comunicato Stampa

A pochi giorni dalla Giornata Internazionale dei Viaggi dell’Uomo nello Spazio arriva in edicola Vulcano 7, il nuovo albo di Claudio Chiaverotti che festeggia con uno speciale appuntamento al Comicon di Napoli, dove presenterà in anteprima anche il primo volume da libreria dedicato a Morgan Lost

 E intanto Silver, il celebre papà di Lupo Alberto, omaggia Morgan Lost con una divertentissima vignetta

Solo pochi giorni fa, il 12 aprile, ricorreva la Giornata Internazionale dei Viaggi dell’Uomo nello Spazio. Era infatti il 12 aprile del 1961 quando Yuri Gagarin apriva la via alle missioni umane di esplorazione dello spazio diventando il primo uomo a superare i confini dell’atmosfera.

E’ proprio in omaggio ai grandi astronauti e alle esplorazioni spaziali che Claudio Chiaverotti ha ideato il settimo albo di Morgan Lost, Vulcano 7,coi disegni realizzati da Andrea Fattori e la copertina di Fabrizio De Tommaso.

Questa nuova storia di Morgan Lost ci trasporta nei giorni del primo allunaggio della storia trasmesso in mondovisione. Durante la diretta un astronauta sembra perdere la ragione e uccide i suoi compagni davanti a quattro miliardi di spettatori impotenti… Un omicidio efferato ed epocale su cui il nostro cacciatore di serial killer tenterà di fare chiarezza.

Per festeggiare questa nuova uscita e in attesa del crossover tra Brendon e Morgan Lost, il Morgan Lost in tour farà una tappa d’eccezione: quella a Napoli Comicon (22- 25 aprile) che vedrà la presentazione in anteprima del primo volume da libreria di Morgan Lost, Morgan Lost. L’uomo dell’ultima notte che propone, in una veste arricchita di molti extra che raccontano la genesi della serie, i primi due numeri apparsi in edicola che costituiscono un’unica storia doppia disegnata da Michele Rubini e Giovanni Talami.

Il tour di Chiaverotti continuerà il 30 aprile, giorno del vernissage della mostra  dedicata a Morgan Lost alla COMIXREVOLUTION di Bergamo. Una settimana dopo, il 7 e 8 maggio arriverà Albissola Comics, con la partecipazione speciale di uno psicologo che si interrogherà con Chiaverotti sull’arte del profiling di Morgan Lost. All’evento parteciperanno anche Lola Airaghi e Giovanni Talami.

Tra le chicche da segnalare questo mese anche il divertentissimo omaggio che il celebre Silver, il papà di Lupo Alberto, ha voluto dedicare a Morgan Lost.

morgan wolf[2]

La nuova serie Sergio Bonelli Editore è un action-thriller visionario ricco di spunti cinematografici che vanno dai film di John Carpenter e Quentin Tarantino a pellicole come Il silenzio degli innocenti di Jonathan Demme, da Suspiria di Dario Argento a serie tv seguitissime come 24 e Breaking Bad. In controtendenza con le ultime scelte editoriali Bonelli, Morgan Lost non è stato pensato a stagioni, ma come serie mensile sulla lunga distanza. I disegni mostrano inoltre uno stile del tutto nuovo grazie alla presenza della tricromia nero/bianco/rosso e all’utilizzo di scale di grigio.

 

Il trailer ufficiale di Morgan Lost, realizzato da Marco Perugini

Tra i disegnatori che si alterneranno per i diversi albi di Morgan Lost ci saranno Val Romeo (Nathan Never, Dylan Dog), Giovanni Talami (Nick Raider, Magico Vento), Andrea Fattori (Brendon), Lola Airaghi (Brendon, Dylan Dog), Max Bertolini (Nathan Never) ed  Ennio Bufi.

Claudio Chiaverotti

Nato il 20 giugno 1965 a Torino, città dove vive e lavora, Chiaverotti approda al fumetto dopo un periodo piuttosto travagliato. Dapprima studia per diventare odontotecnico, quindi si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza. È nel 1986 che fa il suo ingresso nel mondo delle nuvole parlanti, scrivendo i testi per alcune strisce di “Sturmtruppen”, di Bonvi. Giunge alla Sergio Bonelli Editore nel 1989, esordendo con l’albo n. 34 di Dylan Dog, “Il buio”. Sostituisce per lungo tempo Tiziano Sclavi nella produzione delle storie dell’Indagatore dell’Incubo (per cui firma anche “Goblin”, “I delitti della mantide”, “Partita con la morte”, “Il confine”), collabora pure alle testate Martin Mystère e Zona X, per poi dar vita a un personaggio tutto suo, Brendon, un cavaliere di ventura che agisce sullo sfondo di un mondo devastato da una immane tragedia, avvenuta più di un secolo addietro, cui si allude con la definizione di “Grande Tenebra”.

 

MORGAN LOST

Una serie di Claudio Chiaverotti

Pubblicata da:

SERGIO BONELLI EDITORE

Periodicità: mensile

 

MORGAN LOST N° 7

VULCANO 7

Uscita: 22/04/2016

Soggetto: Claudio Chiaverotti

Sceneggiatura: Claudio Chiaverotti

Disegni: Andrea Fattori

Copertina: Fabrizio De Tommaso

Colori: Arancia Studio

 

MORGAN LOST. L’UOMO DELL’ULTIMA NOTTE

Uscita in fumetteria (17 maggio) e in libreria (19 maggio)

In anteprima a Napoli Comicon dal 22 al 25 aprile

Soggetto: Claudio Chiaverotti

Sceneggiatura: Claudio Chiaverotti

Disegni: Michele Rubini e Giovanni Talami

224 pagine, colore, cartonato

Prezzo: 23 euro

 

Online e sui social:

 

#MorganLost

https://www.facebook.com/MorganLostSergioBonelliEditore?fref=ts

www.sergiobonelli.it

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi